Cosa vedere a Stone Town, il centro storico di Zanzibar City

Zanzibar si caratterizza per un mix di culture che la rendono unica nel suo genere. Emblematica è Stone Town, la parte vecchia di Zanzibar City, la capitale dell’isola. Scopriamo tutto quello che c’è da vedere nel prezioso centro storico dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Zanzibar: Stone Town e il suo ricco patrimonio

Zanzibar offre ai propri visitatori: sole, mare, spiagge color latte e un paesaggio tropicale dai mille colori. Ma anche la capitale dell’isola, sorta nel 1830 come piccolo villaggio di pescatori,  nasconde un patrimonio artistico di inaspettata bellezza.

Capolavoro architettonico al centro del patrimonio storico-artistico dell’isola, Stone Town vanta un mix di stili architettonici. Porte di legno decorate e intagliate con motivi islamici o indiani, costruzioni in pietra corallina (da cui deriva il suo nome che significa “città di pietra”) balconi a veranda e baraza, ossia panche a ridosso del muro esterno delle abitazioni, costruite sia per socializzare sia per permettere il passaggio a piedi durante la stagione delle piogge, sono gli elementi identificativi di questo patrimonio storico-artistico.

Da alcuni anni si registra un cedimento dell’architettura della città, a causa anche della fragilità della pietra utilizzata, per questo Stone Town è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO e rappresenta un luogo di grande interesse culturale, grazie anche alla presenza di edifici storici e musei che attraggono i turisti da ogni parte del mondo.

Cosa vedere a Stone Town

Stone Town è una piccola meraviglia da scoprire passeggiando tra vicoli e viuzze per scoprirne ogni angolo segreto e respirare l’atmosfera più autentica di Zanzibar, ma ci sono alcune tappe davvero da non perdere come:

  • Il Palazzo delle Meraviglie (Beit el-Ajab) – L’edificio più maestoso di Stone Town ospitava la dimora del Sultano di Zanzibar ed è chiamato così perché è stato il primo in tutta Zanzibar ad avere l’elettricità ed un ascensore. Al suo interno è ospitato l’interessante Museo di Storia e Cultura di Zanzibar.
  • Forte arabo di Stone Town (Ngome Kongwe) – Gli arabi omaniti costruirono questa fortezza tra il 1698 e il 1701. Oggi è una delle testimonianze più antiche del passato coloniale di Zanzibar e ospita lo Zanzibar Cultural Centre che organizza spettacoli e manifestazioni di arte, musica e danza tradizionale.
  • Il mercato di Darajani – Il tradizionale mercato della città in cui si vende di tutto, dal pesce fresco alla carne, dalle verdure alle preziose spezie di Zanzibar.
  • La chiesa anglicana di Stone Town – Altro luogo storico della città: proprio qui sorgeva il mercato degli schiavi, e una cella nel seminterrato ricorda il triste passato.
  • Giardini di Forodhani – Il luogo perfetto per una passeggiata romantica fronte mare, che di sera si anima con tante bancarelle in cui assaggiare dell’ottimo cibo locale.
  • Casa di Freddy Mercury – Famosa per aver dato i natali al cantante dei Queen, Zanzibar conserva gelosamente la prima casa dove visse Freddie Mercury.

Stone Town è pericolosa?

Sebbene il labirinto di vicoli del centro storico di Zanzibar City possa spaventare i turisti, Stone Town è in realtà assolutamente sicura: passeggiarvi – con le dovute precauzioni – non vi esporrà a nessun particolare pericolo.

Se avete intenzione di organizzare una vacanza in un posto incontaminato, in un paradiso terrestre ricco di storia, arte e cultura, Zanzibar potrebbe fare al caso vostro. Per scoprire il patrimonio storico-artistico conservato nella capitale e godere delle spiagge cristalline, non aspettate ancora: scegliete i voli Air Italy per Zanzibar.