Zanzibar da scoprire: il villaggio di pescatori di Nungwi

Zanzibar è una di quelle mete che può far assaporare più tipologie di viaggio. In un percorso di pochi chilometri si possono attraversare fitte foreste e paradisi naturali fatti di spiagge bianche. Con un’ora di pulmino da Stone Town si può raggiungere Nungwi, la destinazione per chi vuole godersi una vacanza all’insegna del mare trasparente e dei ritmi lenti.

Nungwi è un piccolo paesino di pescatori sito sulla punta settentrionale di Unguja, la principale isola dell’arcipelago di Zanzibar. È costituito per lo più da spiagge paradisiache e caratteristiche casette. Un paradiso incontaminato, che si è aperto al turismo soltanto negli ultimi anni.

La zona era conosciuta per essere uno dei più attivi centri di costruzione dei dhow, ovverosia le imbarcazioni da pesca che noterete sicuramente almeno una volta nel corso del vostro viaggio a Zanzibar.

Nungwi non può vantare particolari luoghi di interesse, fatta eccezione per il piccolo acquario che è stato recentemente aperto: come detto prima infatti, sino a meno di due decenni fa la popolazione si opponeva all’arrivo del turismo, tanto che quella di Nungwi è stata l’ultima spiaggia tra quelle di Unguja a ospitare ristoranti e hotel.

Va semplicemente vissuta, ammirando i suoi abitanti e i loro vestiti dai mille colori, la natura incontaminata e quel senso di condivisione e pace che caratterizza molti paesi africani. Basta lasciarsi trascinare dai suoi ritmi, godendosi la splendida piaggia e l’acqua, che rimane bassa per centinaia di metri, tanto che i pescatori spesso non utilizzano neppure le tradizionali dhow di cui accennato poc’anzi.

Insomma, quella a Nungwi è un’escursione “must” da fare se si viaggia alla volta della Tanzania. Non vedete l’ora di partire? Prenotate il vostro volo per Zanzibar con Air Italy.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/suburbia26