Viaggio a Zanzibar: 9 consigli per non perdere proprio nulla dell’isola

I consigli di viaggio che seguono non saranno utili solo a coloro che si recano in vacanza a Zanzibar per la prima volta. Alcune indicazioni potranno essere preziose per scoprire nuovi aspetti del suo territorio, approfittare di tutto ciò che ha da offrire al viaggiatore e per godere al meglio del tempo trascorso sull’isola della Tanzania.

Quando andare

Il periodo migliore per visitare Zanzibar è da giugno a ottobre: si tratta dei mesi più secchi della primavera, quando la temperatura è piacevole. Per gli amanti del caldo, il periodo migliore per recarsi sull’isola va da dicembre a febbraio. Ciò rende Zanzibar una meta consigliabile per coloro che vogliono trascorrere le vacanze di Natale e Capodanno sulla spiaggia di un mare tropicale.

Documenti necessari

Per scoprire quali sono i documenti necessari per il viaggio a Zanzibar vi invitiamo a leggere l’approfondimento dedicato al tema dall’eMagazine. Un documento da procurarsi assolutamente con anticipo è il visto d’ingresso necessario per entrare nel territorio della Tanzania.

Le migliori spiagge consigliate dall’eMagazine

Il mare di Zanzibar è di quelli che non si dimenticano. In fase di preparazione del viaggio, però, è bene sapere dove andare per poter godere della spiaggia più adatta ai gusti e alle esigenze. Per scoprire quali sono i litorali più spettacolari dell’isola, rimandiamo all’approfondimento Le 7 spiagge migliori di Zanzibar.

Visita a Stone Town

La visita a Stone Town è immancabile per respirare alcune delle atmosfere più suggestive di Zanzibar. Il quartiere di Zanzibar City è patrimonio dell’umanità Unesco poiché le sue architetture raccontano la lunga storia dell’isola, da sempre punto di contatto tra una moltitudine di culture. Per saperne di più, vi invitiamo a leggere l’approfondimento Stone Town, il quartiere dai diversi stili architettonici.

Come spostarsi su Zanzibar

Non si può dire di essere stati su Zanzibar prima di essere saliti su un dalla dalla, il trasporto locale low cost dell’isola. Per chi non volesse affrontare diversi posti di blocco della polizia con pagamento di piccole multe più o meno ufficiali, è sconsigliabile muoversi con mezzi privati.

Usi locali ai quali non avevate pensato

Girare in costume lontano dalla spiaggia è poco gradito dalla popolazione locale. In molti villaggi i cartelli chiedono un abbigliamento appropriato. Tuttavia, per rispettare la cultura locale, è bene prevedere d’indossare vestiti, una volta fuori dall’area balneare.

Per donne e uomini, scegliere magliette o camicie che coprano le spalle. Per le donne, optare per gonne sotto il ginocchio.

I Beach Boys

Il turista che metta piede fuori dalle strutture ricettive sarà obiettivo di incessanti offerte da parte dei cosiddetti Beach Boys. Venditori ambulanti, guide improvvisate, procacciatori di escursioni, trasportatori non ufficiali: saranno pronti a tutto pur di ottenere qualche soldo. Si può provare ad allontanarli rispondendo alle offerte in modo gentile che non si ha bisogno di nulla. Un consiglio: se non avete bisogno dei loro servizi, non attaccate bottone: potreste avere difficoltà a liberarvene.

Escursioni da non perdere

Le escursioni da fare a Zanzibar e le attrazioni da vedere sono molte. Potrete trovare le esperienze di viaggio consigliate dall’eMagazine nell’approfondimento: 5 cose da fare a Zanzibar.

A Zanzibar con bambini

Un viaggio a Zanzibar sarà sicuramente un’esperienza indimenticabile anche per i vostri bambini. Un viaggio sull’isola della Tanzania con tutta la famiglia ha bisogno di un po’ di pianificazione. Ecco una guida che fa per voi: 6 cose da fare a Zanzibar con bambini