L’Uovo del Cremlino, la più grande opera di Fabergé

Era il 1904, quando il gioielliere russo Peter Carl Fabergé, famoso per le sue preziose uova artistiche, si vide commissionare una delle opere più importanti della sua carriera. L’ordine veniva da una persona eccellente: lo zar Nicola II di Russia. Il risultato fu l’Uovo del Cremlino, la più grande creazione di Fabergé.

L’Uovo del Cremlino venne regalato dallo zar alla moglie Alessandra d’Assia per la Pasqua del 1906. Come vuole la tradizione, anche questo speciale uovo di Pasqua conteneva una sorpresa: una scatolina-carillon d’oro.

Questo speciale uovo di Fabergé è caratterizzato dalla riproduzione delle mura del Cremlino e di uno dei monumenti simbolo di Mosca, caro alla dinastia dei Romanov: la Cattedrale della Dormizione. L’interno dell’uovo stesso, una volta rimossa la cupola dorata, riproduce nel dettaglio gli interni della chiesa delle incoronazioni.

A seguito della Rivoluzione d’Ottobre, l’Uovo del Cremlino, assieme a tutta la collezione delle uova di Fabergé, cambiò proprietario, finendo nelle mani del governo rivoluzionario. Da quel giorno, il famoso uovo è parte dell’esposizione dell’Armeria del Cremlino, oggi Museo nazionale di arti applicate (leggete il nostro approfondimento sui musei di Mosca).

Se volete ammirare tutto lo sfarzo dell’Uovo del Cremlino, volate con noi a Mosca.

 

Fonte immagine: wikipedia.org