Escursioni consigliate a Sharm El Sheikh: un tuffo nel Blue Hole

Il Mar Rosso nasconde tesori incredibili. Uno di questi è certamente il Blue Hole, una delle più belle escursioni consigliate a Sharm El Sheikh. Scopriamo meglio questo paradiso naturale e come visitarlo.

Che cos’è il Blue Hole

Il Blue Hole è una delle destinazioni più conosciute dagli appassionati di immersioni in tutto il mondo. Si tratta infatti di una dolina carsica che sprofonda nel mare fino ad una profondità di 120 metri, creando in superficie un bacino che si identifica chiaramente per il blu profondo delle sue acque. All’interno della voragine trovano riparo una grandissima quantità di pesci, coralli, grotte, anfratti e formazioni rocciose che lo rendono un vero e proprio paradiso per gli appassionati di diving. Una immersione al Blue Hole, però, è considerata tra le più difficili e pericolose al mondo e riservata soltanto ai sub esperti. Esplorare il Blue Hole dalla superficie, invece, non comporta nessun pericolo e regala un’esperienza di snorkeling incredibile in un punto davvero suggestivo della barriera corallina del Mar Rosso.

Come raggiungere il Blue Hole da Sharm El Sheikh

Il Blue Hole può essere visitato con una delle escursioni che partono giornalmente da Sharm El Sheikh, da cui dista circa un’ora di macchina. Il tragitto si compie generalmente in 4X4, attraversando il deserto di Abu Galum che costeggia le pendici del Sinai fino a Dahab. Da qui è possibile esplorare la barriera corallina di questo affascinante tratto di costa e tuffarsi nel Blue Hole. Naturalmente si organizzano anche immersioni, consigliate solamente ai più esperti.

Quella al Blue Hole è una delle escursioni consigliate a Sharm El Sheikh più affascinanti. Per raggiungere la perla del Mar Rosso, affidatevi a Air Italy prenotando uno dei suoi voli in offerta per Sharm El Sheikh.