Cosa vedere a Santo Domingo: Città coloniale, patrimonio UNESCO

Chiamata Ciudad Colonial o Zona Coloniale, la Città coloniale è il nucleo originario di Santo Domingo. Lì, nel 1492, Cristoforo Colombo gettò le basi della prima colonia stabile del Nuovo Mondo e lì è ancora possibile trovare la maggior parte delle attrazioni più importanti della città, come l’Alcázar, la Fortaleza Ozama, la Catedral Primada de America e la Porta di Conde: non si esauriscono qui le mete da vedere assolutamente in un viaggio in Repubblica Dominicana contenute nel perimetro della Città coloniale di Santo Domingo.

Grazie all’integrità e all’autenticità degli edifici storici e delle strade racchiuse dalle mura della Ciudad e grazie al grande valore simbolico e storico rappresentato dal punto di partenza di molteplici spedizione alla scoperta del Nuovo mondo che da qui presero il via. Motivi che hanno spinto l’UNESCO a includere la Città coloniale di Santo Domingo tra i patrimoni dell’umanità.

Dopo aver visto tutto ciò che c’è da vedere nella Città coloniale, non c’è nulla di meglio di un po’ di relax e divertimento in uno dei tanti locali che si affacciano su Calle la Atarazana.

Prima ancora della scoperta degli straordinari tesori storico-architettonici racchiusi dalle mura della Città coloniale, il vostro viaggio per Santo Domingo inizia da qui: scoprendo i migliori voli per la Repubblica Dominicana di Air Italy.

 

Fonte immagine: wikimedia.org