Quando andare alle Maldive, la stagione migliore per organizzare la vacanza

Immaginarsi un viaggio alle Maldive vuol dire immaginarsi la perfetta occasione di relax in un paradiso naturale. Il richiamo di queste isole da sogno si fa più pressante quando la quotidianità si tinge di grigio; andare diventa una necessità e le Maldive sono la risposta.

Una vera e propria fuga che, per essere pianificata al meglio, deve tener conto del clima della zona. Meglio arrivare lì nel periodo più promettente dell’anno in quanto a sole, caldo e temperatura ideale del mare.

Le due stagioni delle Maldive

Quando andare alle Maldive: il periodo miglioreCome capita nelle aree tropicali, le stagioni che si alternano nell’area delle Maldive sono sostanzialmente due: la stagione del monsone di sudovest e la stagione del monsone di nordest.

Il dilemma su quando andare alle Maldive è presto sciolto dalla descrizione di queste due stagioni.

Da maggio a novembre

Nel primo caso, infatti, che caratterizza il periodo che va da maggio a novembre, il clima è incostante e può andare da giorni secchi e soleggiati a improvvisi acquazzoni e periodi di cieli nuvolosi.

Da dicembre ad aprile

Nella stagione del monsone di nordest (da dicembre ad aprile), il clima è dei migliori e le piogge sono scarse. Questo è anche il periodo di maggior afflusso turistico.

Le stagioni dei monsoni

Il ritmo delle stagioni, nelle aree dal clima tropicale e subtropicale è condizionato dallo spirare dei monsoni. I monsoni sono dei venti generati dalla creazione di aree di alta e di bassa pressione, ovvero dalle variazioni di temperatura della terraferma e degli oceani.

Questi venti, determinano l’esistenza delle due stagioni, come già accennato, diverse tra loro sostanzialmente per i volumi di precipitazioni. I monsoni della stagione estiva, spirando dal mare verso il continente sono ricchi di umidità, mentre i monsoni invernali che soffiano in senso opposto, sono portatori di aria più secca. Tutto ciò perché la terra varia la sua temperatura in maniera più rapida rispesso alla massa oceanica.

Si narra che questi venti furono scoperti da un esploratore di origine Greca di nome Ippalo nel primo secolo d.C, che sin dall’antichità programmava i suoi viaggi secondo il susseguirsi dei monsoni, anche chiamati venti ippalici.

Quando non andare alle Maldive

Quando andare alle Maldive: la stagione dei MonsoniDa evitare, invece, il breve cambio stagione: maggio, fine novembre e inizi dicembre. Durante questi periodi sarà probabile trovare un clima poco accogliente con notevoli precipitazioni e una situazione meteo incostante.

Alla domanda quando andare alle Maldive, dunque, potrete trovare due soluzioni: affidarvi all’alta stagione (sicuramente la stagione migliore), accodandovi al flusso turistico o rischiare le lievi intemperanze del monsone di sudovest. In ogni caso, affidatevi alle offerte Air Italy per cogliere le migliori occasioni di voli per le Maldive.

Se state organizzando la vostra vacanza con piccoli al seguito, non mancate di leggere la guida Maldive per bambini.

 

Fonte immagine: www.flickr.com/photos/fabiodilupo/