Cairo: la moschea di Muhammad Ali

La moschea di Muhammad Ali al Cairo è uno dei monumenti più famosi ed importanti della capitale dell’Egitto una delle moschee più visitate del mondo. Un centro di culto tra i più importanti del mondo arabo, ma anche uno degli esempi più maestosi dell’architettura islamica.

Storia e curiosità

Il Cairo viene chiamata “La città dei minareti” per la quantità e varietà di moschee che accoglie. Uno degli esempi più grandiosi è proprio la moschea di Muhammad Ali, che si trova in cima cima alla Cittadella di Saladino.

La costruzione della Moschea fu avviata nel 1830 per volere di Muhammad Ali Pasha (l’allora governatore d’Egitto ultimo della stirpe di re del paese) e completata solamente nel 1857.

L’edificio, progettato dal famoso architetto turco Yussuf Bushnaq, è di forma rettangolare e si ispira allo stile inconfondibile delle moschee di Istanbul. La moschea prese presto il nome di “Moschea di Alabastro” perché quasi interamente rivestita con la pietra  estratta dalle cave di Beni Suef. I suoi minareti – alti più di 80 metri – svettano nel cielo del Cairo e offrono una magnifica vista della città, che si allarga fino alle Piramidi. Sul tetto svetta una cupola centrale di 52 metri di altezza che poggia su quattro grandi arcate sostenute da enormi pilastri. Intorno alla grande cupola centrale ci sono altre 8 piccole cupole che coprono gli angoli, coperte da medaglioni e altri motivi all’interno. L’imponente cortile accoglie i fedeli con ben 47 porte ad arco mentre gli interni regali e suntuosi sono tra i più ricchi di tutto il mondo islamico.

Visitare la moschea di Muhammad Ali al Cairo: informazioni utili

La Moschea di Muhammad Ali è una tappa obbligata  per i viaggiatori che visitano la Cittadella del Cairo. Il complesso – che comprende anche il Palazzo dell’Harem, la torre di Burj al-Turfa, le mura di cinta e il Qasr al-Jawhara – è aperto tutti i giorni dalle 08:00 alle 17:00 ed è facilmente raggiungibile in taxi. Poiché la moschea è un sito religioso, si raccomanda di prestare attenzione all’abbigliamento.