Guida ai luoghi d’interesse del Senegal: 11 cose da non perdere

Quello del Senegal è un territorio estremamente vario. Nonostante sia uno degli Stati più piccoli dell’Africa, al suo interno è possibile trovare zone desertiche, savana e foresta tropicale.

Oltre le bellezze naturali (che non si fermano alle sole spiagge), il Senegal può vantare anche una ricca storia e un’affascinante cultura che, assieme, offrono tante cose da vedere durante un viaggio in questa repubblica dell’Africa occidentale. A dimostrazione dei tanti luoghi d’interesse vi sono i numerosi siti del Senegal iscritti nelle liste dei patrimoni dell’umanità Unesco.

In questa guida proposta dall’eMagazine di Air Italy, toccheremo le mete immancabili durante un viaggio in Senegal.

I 10 + 1 luoghi d’interesse del Senegal

  1. Dakar – La moderna capitale e il luogo di partenza per un viaggio alla scoperta del Senegal. Prima di lasciare la città per scoprire i tesori di questo Paese è d’obbligo un po’ di shopping al mercato Sandaga. Non perdete l’approfondimento dedicato per scoprire quali sono le 5 cose da vedere a Dakar.
  2. Grand Mosque (Dakar) – Una delle cose da vedere durante la visita a Dakar è senz’altro la Grand Mosque, la grande moschea. Con il suo minareto che s’innalza per 67 metri e con gli interni e gli esterni riccamente decorati, questo edificio inaugurato nel 1964 è il cuore spirituale di Dakar.
  3. Monument de la Renaissance africaine (Dakar) – Un’imponente statua di bronzo che s’innalza per 49 metri, rivolta verso l’Oceano. Rappresenta la riscossa di un’Africa che, nel XXI secolo, è “pronta a prendere in mano il proprio destino”.
  4. Museo dell’IFAN (Dakar) – Il museo etnografico, per chi vuole conoscere un po’ di storia del Senegal e dei popoli che lo formano.
  5. Saint-Louis (o Ndar) – Ex capitale del Senegal (e dell’Africa Occidentale Francese) durante il colonialismo, la città sull’isola alla foce del Senegal offre un mirabile esempio di architettura dell’epoca. Tanto da convincere l’Unesco a iscriverla nella lista dei patrimoni dell’umanità.
  6. Iles des Madeleines – Per chi vuole poter dire di aver visitato il parco nazionale più piccolo al mondo. Le popolazioni locali credono che l’isola sia infestata da spiriti malvagi, per questo è rimasta disabitata. È patrimonio dell’umanità Unesco.
  7. Isola di Gorée – Un altro patrimonio dell’umanità Unesco ci ricorda la disumanità della tratta degli schiavi. Quest’isola è una perla naturale e un museo a cielo aperto. Il cuore dell’isola è la Maison des Esclaves.
  8. Lago Rosa – A nord di Dakar, uno spettacolo naturale difficile da dimenticare: è il lago Retba, il lago rosa del Senegal. Volete scoprire il segreto del suo colore? Leggete qui.
  9. Parc national des oiseaux du Djoudj – È il santuario nazionale degli uccelli e si trova a nord-est di Saint Louis. Ulteriore sito tutelato dall’Unesco. Una vera e propria oasi per i volatili (anche europei).
  10. Parco nazionale del Delta del Saloum – Il delta del fiume Saloum crea un ambiente naturalistico di straordinaria bellezza e vivacità. Ospita una impressionante varietà di animali e piante.
  11. Parco nazionale di Niokolo-Koba – Iscritto nella lista di siti del patrimonio mondiale Unesco. 900 mila ettari da visitare in minimo tre giorni, per ammirare i grandi mammiferi africani.