Cosa vedere a San Pietroburgo: il Museo zoologico e i suoi tesori

Il Museo zoologico di San Pietroburgo può vantare una storia lunghissima. Si può far risalire la sua fondazione e l’organizzazione delle prime collezioni al 1714 e alla volontà di Pietro il Grande. Il museo aprì al pubblico solo più di un secolo dopo (1832), dopo che qui affluirono i frutti di un secolo ricco di spedizioni di scoperta scientifica.

Il Museo zoologico di San Pietroburgo è situato sulla cosiddetta isola di Vasilio, la zona universitaria della città russa e può vantare di essere l’istituzione scientifica più antica della città, assieme all’Istituto Zoologico di cui il museo fa parte.

Altro primato di cui questa attrazione di San Pietroburgo può vantare è sicuramente la caratteristica che lo rende una delle mete immancabili in una visita alla città: qui è conservata una delle collezioni più grandi e importanti al mondo di reperti naturali.

I mammut del museo di San Pietroburgo

Una delle sale che ogni anno richiama migliaia di turisti da tutto il mondo è sicuramente quella dei mammut impagliati. Perfettamente conservati dai ghiacci della Siberia, questi esemplari sembrano scomparsi da qualche decina d’anni, ma ne hanno circa 44 mila. Tra le star della collezione c’è Baby Dima: un cucciolo di mammut.

Come raggiungere il Museo zoologico di San Pietroburgo

Il museo si trova al numero 1 di Universitetskaya Nabereshnaya. È raggiungibile dalle seguenti fermate di metro: Vasileostrovskaya, Admiralteyskaya, Sportivnaya.

La città di San Pietroburgo è collegata con l’Italia dai voli Air Italy.

Altre informazioni utili

Il museo è aperto dal mercoledì al lunedì, dalle ore 11:00 alle 18:00. L’ultimo accesso è alle 16:50. Rimane chiuso il martedì.

 

«Hall in Museum of Zoology (Saint Petersburg)» участника Андрей! – собственная работа. Под лицензией Общественное достояние с сайта Викисклада – https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Hall_in_Museum_of_Zoology_(Saint_Petersburg).jpg#/media/File:Hall_in_Museum_of_Zoology_(Saint_Petersburg).jpg