Visita al Museo del Prado, Madrid: i 12 capolavori da non perdere assolutamente

Il Museo del Prado è una delle attrazioni immancabili durante un viaggio a Madrid. Una delle pinacoteche più note al mondo per il suo patrimonio di opere di alcuni degli autori più influenti della storia delle arti figurative.

Nel suo percorso espositivo, il Museo del Prado (inaugurato nel 1819) può vantare tesori dell’arte italiana, spagnola e fiamminga che rendono la visita alla pinacoteca un vero e proprio viaggio nell’eccellenza pittorica, ma anche un faticoso tour de force che richiederebbe diversi giorni per essere apprezzato al meglio.

Per aiutare il visitatore a focalizzarsi sulle opere leggendarie conservate dal museo più famoso di Madrid, ecco i 12 quadri da non perdere assolutamente:

  1. Las MeninasDiego Velázquez (1656): sono circa 50 i capolavori del Velázquez presenti al Museo del Prado di Madrid. Questo è sicuramente il più rappresentativo per il rinomato gioco dei soggetti (la coppia regnante) ritratti allo specchio e fuori dal campo.
  2. Trittico del Giardino delle delizieHieronymus Bosch (1480-1490): immaginazione e simboli sono il marchio distintivo di Bosch che, con questo capolavoro, raggiunge l’apice della sua opera. Su questo trittico a olio su tavola, gli studiosi ancora si scontrano per scovarvi tutti i significati.
  3. DeposizioneRogier van der Weyden (1433-1435): un olio su tavola in cui i volumi dei personaggi impressionano tanto spiccano dal piano.
  4. Artemisia riceve le ceneri di MausoloRembrandt (1634): il dipinto è anche noto come Sofonisba riceve la coppa avvelenata e l’iconografia del capolavoro è ancora avvolta nel mistero.
  5. 3 maggio 1808Francisco Goya (1814): al Museo del Prado sono conservate oltre 140 opere del grande pittore spagnolo. Questo noto quadro ritrare la resistenza dei soldati spagnoli all’armata francese in occasione della guerra d’indipendenza spagnola.
  6. La resa di BredaDiego Velázquez (1635): uno dei dipinti più famosi del pittore spagnolo che può essere ammirato durante una visita al Museo del Prado. La selva di lance che spiccano dalla rappresentazione dell’armata spagnola che ha assediato vittoriosamente Breda è la caratteristica più marcata del capolavoro.
  7. Il sogno di GiacobbeSpagnoletto (1639): rappresentazione del celebre episodio biblico.
  8. Maja vestida e Maja desnudaFrancisco Goya (1797 – 1800): due opere di Goya che formano un unico (e il più grande) capolavoro dell’artista.
  9. Passaggio agli inferiJoachim Patinir (1515-1524): straordinario esempio di pittura paesaggistica di stile fiammingo.
  10. Saturno che divora i suoi figli – Francisco Goya (1819-1823): uno dei capolavori più inquietanti del Goya, ispirato dal crudele mito di Saturno.
  11. Il cavaliere con la mano sul pettoEl Greco (1578-1580): El Greco si è cimentato, con quest’opera, sul ritratto dell’archetipo del gentiluomo fine ‘500.
  12. Davide e GoliaCaravaggio (1597-1598): una delle numerose versioni del soggetto rappresentata con gli straordinari giochi di luci e ombre che hanno caratterizzato i capolavori del pittore italiano. Una delle opere da non perdere assolutamente durante una visita al Museo del Prado di Madrid.