Escursione a Dorgali per visitare il villaggio nuragico di Serra Orrios

Una parte del fascino della Sardegna risiede nella sua antichissima e misteriosa storia testimoniata dai numerosi siti archeologici che costellano il suo territorio. Una di queste testimonianze è il villaggio nuragico di Serra Orrios, nei pressi di dorgali. È uno dei siti più grandi e anche meglio conservati di tutta la Sardegna e conta un centinaio di capanne dal pavimento lastricato organizzate in un sistema di rioni collegati da strade e piazze. Girando tra i massi basaltici accatastati delle mura e ciò che resta dei pozzi pubblici (caratteristici di questo villaggio), si può solo vagamente avere un’idea di ciò che poteva essere la vita sull’isola 3.000 anni fa.

Due degli edifici più grandi sono stati classificati come luoghi di culto, uno dei quali è caratterizzato dal recinto sacro. Una capanna oblunga è stata individuata come la capanna delle riunioni.

Il villaggio nuragico di Serra Orrios si trova su una base basaltica dell’altopiano del Gollei. Può essere facilmente raggiunto da Nuoro, seguendo la SS. 129 verso Orosei e uscendo per Dorgali. Da lì, seguire le indicazioni per il villaggio.

Il sito archeologico del villaggio nuragico di Serra Orrios è gestito dalla Cooperativa Ghivine. Il costo del biglietto d’ingresso (nel momento in cui si scrive) è di 5 € per il biglietto intero e di 2,50 € per il biglietto ridotto. Per tutte le informazioni sugli orari delle visite, consultate il sito della cooperativa.

Per raggiungere la Sardegna, invece, scegliete i voli Air Italy!

 

Fonte immagine: wikimedia.org