Viaggio a Venezia: 10 chiese da visitare assolutamente

Un viaggio a Venezia dà solo l’imbarazzo della scelta per le cose da vedere. E di sicuro non mancano le chiese da visitare. Nella città della laguna si contano oltre 250 chiese tra quelle consacrate e quelle sconsacrate: un patrimonio artistico (e sacro) che richiede la pianificazione di un percorso ben pensato, al fine di organizzare la visita di Venezia in tempi ragionevoli.

Per questo, l’eMagazine vi aiuta a organizzare il vostro viaggio proponendovi una selezione delle chiese da vedere assolutamente durante un viaggio a Venezia.

Le 10 chiese da non perdere a Venezia

  1. Basilica di San Marco – Cattedrale metropolitana e simbolo di Venezia. Una visita a questa chiesa è una tappa obbligatoria di un tour di Venezia. Da sempre al centro della vita spirituale, sociale e politica della città, la basilica venne eretta nell’820 per accogliere e conservare le reliquie del santo da cui prende il nome. L’attuale struttura risale al 1063 (consacrata nel 1094) e la sua forma architettonica è stata ispirata dalla Basilica dei Santi Apostoli di Costantinopoli. La decorazione a mosaici degli interni a croce greca è uno spettacolo imperdibile. Dove si trova: San Marco.
  2. Basilica dei SS. Giovanni e Paolo (anche San Zanipolo) – Un’importante testimonianza della vita spirituale del medioevo di Venezia. Le sue fondamenta poggiano su un oratorio della prima metà del 1200 trasformato in chiesa di frati domenicani. Nel 1343 vennero terminati i lavori di ampliamento della struttura, ma la chiesa venne consacrata solo un secolo dopo. Durante l’epoca napoleonica, l’imponente struttura venne adibita a ospedale. A partire dal ‘200, la basilica divenne un’impressionante monumento funerario delle personalità più importanti di Venezia, tanto da essere paragonato al Pantheon di Roma. Dove si trova: Castello.
  3. Chiesa di San Zaccaria – In stile Rinascimento fuori e in stile Gotico negli interni. Questa chiesa costruita nel XV secolo contiene un tesoro di arte sacra, come la pala d’altare del Bellini. Dove si trova: Castello.
  4. Basilica del Santissimo Redentore – Questa basilica, la terza domenica di luglio, diventa il cuore di Venezia. Qui si tiene la tradizionale Festa del Redentore. Il progetto della chiesa porta la firma di Andrea Palladio e venne commissionata nel 1577 per festeggiare la fine di una terribile epidemia di peste che portò con sé, tra gli altri, anche il pittore Tiziano. La facciata della chiesa tradisce la mano del noto architetto. Gli interni mantengono un’eleganza austera che trova, nello stile classico, le linee geometriche e i volumi. Il marmo bianco regna, mentre l’apporto di colori è opera dei dipinti del Tintoretto, di Pietro Vecchia e di Jacopo Palma Giovane. Da non perdere anche l’opera che adorna l’altare: “Battesimo di Cristo” del Veronese. Dove si trova: Redentore, Giudecca.
  5. Basilica di San Giorgio Maggiore – Progettata parzialmente da Andrea Palladio, questa chiesa da visitare durante un viaggio a Venezia è parte di un complesso architettonico che comprende un monastero benedettino del 982. Gli esterni sono in tipico stile palladiano, mentre gli interni conservano le opere del Tintoretto, di Jacopo Palma Giovane e di Sebastiano Ricci (tra gli altri). Il campanile di questa basilica è un’ottima alternativa a quello della basilica di San Marco per avere una vista sulla laguna più economica e meno affollata. Dove si trova: isola di S. Giorgio Maggiore.
  6. Basilica di Santa Maria della Salute – Questa chiesa è un esempio impareggiabile di Barocco veneziano. La sua costruzione risale al 1630 e, da allora, la basilica è stata la preferita di molti artisti che l’hanno omaggiata con molte opere (tra le altre, quelle del Tintoretto e di Tiziano). Dove si trova: Fondamenta Salute, Punta della Dogana, Dorsoduro.
  7. Basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari – Chi cercasse un esempio di Gotico veneziano avrebbe, in questa basilica, una risposta più che soddisfacente. Oggi la chiesa eretta nei primi decenni del 1200 è una suggestiva location nella quale vengono organizzati concerti classici e di musica sinfonica. Anche qui non mancano i tesori di arte sacra che caratterizzano tutte le migliori chiese di Venezia. Dove si trova: Campo dei Frari, San Polo.
  8. Chiesa di San Sebastiano – Gli interni di questa chiesa sono perlopiù decorati dagli affreschi del Veronese e rappresentano l’apice della sua produzione artistica. Ma le opere di arte sacra non sono solo a firma del Veronese: durante una visita a questa chiesa di Venezia si possono ammirare anche dipinti del Tintoretto, di Tiziano, di Jacopo Sansovino e di Jacopo Palma Giovane. La chiesa venne costruita nel 1455 e venne consacrata un secolo dopo.  Dove si trova: Campo San Sebastiano, Dorsoduro.
  9. Chiesa di Santa Maria dei Miracoli – In stile rinascimentale veneziano, questa chiesa conserva un’icona della Vergine con bimbo considerata miracolosa. Dove si trova: Campo dei Miracoli, Cannaregio.
  10. Chiesa di Madonna dell’Orto – Un altro scrigno di tesori artistici, con le opere del Tintoretto (sepolto qui), di Cima da Conegliano, Giovanni Bellini e Jacopo Palma Giovane. Dove si trova: Campo dell’Orto, Cannaregio.

Queste sono le 10 chiese da vedere assolutamente durante una visita di Venezia. In un percorso di scoperta degli edifici sacri della città della laguna, non mancheranno le sorprese sia per i devoti, che per gli amanti dell’arte sacra e dell’arte e dell’architettura più in generale.