L’Isola di Caprera: la perla della Sardegna

L’isola di Caprera, circondata dalle splendide acque della Sardegna, appartiene all’arcipelago della Maddalena ed è la più affascinante delle isole che fronteggiano le Bocche di Bonifacio, lo stretto che separa la Sardegna dalla Corsica.

La natura incontaminata del Parco Nazionale della Maddalena

Scarsamente abitata, l’isola è nota soprattutto per le sue caratteristiche naturalistiche paesaggistiche che le hanno consentito di far parte del Parco Nazionale dell’Arcipelago della Maddalena, che risulta tutt’oggi tra le zone del Mediterraneo ecologicamente più integre.

Nella parte dell’isola che punta a est verso il mare aperto, dalla natura decisamente più selvaggia, è possibile godere di vedute panoramiche dalle vette del Monte Teialone e di Poggio Stefano, monti di granito rosa dai quali raggiungere Punta Coticcio.

Tahiti a Caprera: la spiaggia di Cala Coticcio

Quest’ultima è famosa soprattutto per l’omonima caletta che vanta il soprannome di Tahiti per la spettacolarità delle acque e dei fondali. Facilmente raggiungibile via mare, la spiaggia di cala Coticcio – questo il suo vero nome – offre diversi punti di ancoraggio (le secche di Tahiti), dai quali intraprendere suggestivi percorsi subacquei.

Le altre spiagge di Caprera

Ma la spiaggia di Tahiti, pur essendo un’autentica perla, non è l’unica che potrete apprezzare nell’isola. Tra le altre spiagge di Caprera, come non menzionare la Spiaggia del Relitto, così chiamata perché nella piccola baia sono adagiati i resti di un mercantile che trasportava carbone.  O la bellissima Cala Serena, considerata tra le più belle spiagge della Sardegna.

Casa, tomba e museo di Garibaldi

L’isola di Caprera in Sardegna è inoltre conosciuta per le sue vicende storiche legate a Garibaldi. L’eroe dei due mondi trascorse infatti gli ultimi 26 anni della sua vita nell’isola, dopo la morte della moglie Anita e l’abbandono dei figli, ritirandosi a vita contadina. La sua dimora, la “Casa Bianca”, è oggi un museo aperto al pubblico in cui ritrovare i cimeli dell’eroe e all’esterno si può rendere omaggio alla sua tomba e al busto di marmo bianco.

Come arrivare a Caprera

Per raggiungere Caprera vi basterà prendere posto in uno dei traghetti che collegano La Maddalena alla Sardegna dai porti di Palau, Olbia, Golfo Aranci o Santa Teresa di Gallura, con un tragitto di circa mezz’ora. Dall’isola principale dell’Arcipelago, poi, è possibile raggiungere Caprera attraverso il Passo della Moneta, il ponte che collega le due isole. Un servizio di bus locali conduce i viaggiatori in vicinanza delle principali spiagge e attrazioni dell’isola.

Non perdetevi dunque una visita nell’isola di Caprera, se trascorrete le vostre vacanze in Sardegna.