Maidan Nezalezhnosti, ossia piazza Indipendenza di Kiev

Piazza Indipendenza: un nome, un simbolo. È la piazza centralissima della città di Kiev, in ucraino Maidan Nezalezhnosti, più semplicemente chiamata Maidan, ossia la piazza. È di recente costruzione: fino alla metà del diciannovesimo secolo, infatti, era un luogo disabitato e paludoso.

Solo successivamente nacquero le prime fortificazioni e costruzioni, tra cui il palazzo del Parlamento, anche detto Duma, nel 1876. Dopo i numerosi e tragici danni subiti durante il secondo conflitto mondiale, anche per mano della stessa Armata Rossa che faceva terra bruciata per contrastare l’avanzata nazista, la piazza centrale fu ricostruita e ristrutturata.

L’intera Kiev si adornò di una serie di palazzi secondo l’architettura stalinista, tra cui è bene ricordare le Poste e la Casa dei sindacati, con la sua torre dell’orologio. Negli anni settanta piazza Indipendenza fu nuovamente ristrutturata per fare posto alla metropolitana e al suo centro fu posto un monumento celebrativo della rivoluzione.

Dopo il crollo dell’URSS e l’indipendenza dell’Ucraina, furono aggiunti dei monumenti dedicati ai mitici fondatori di Kiev, l’arcangelo Michele, protettore della città, e a una divinità slava individuata con la madre terra.

Sempre in piazza Indipendenza, nel 2004, con una manifestazione che vide un’ampia partecipazione popolare, si sviluppò la ben nota Rivoluzione Arancione.

Se anche voi volete ammirare questa piazza che trasuda di storia, lotta e simboli, prenotate il vostro volo Air Italy per Kiev.

 

Fonte immagine: flickr.com/photos/mondriankilroy