L’altra faccia di Palermo: i mercati popolari

Quella dei mercati è l’altra faccia di Palermo. Alle strade e alle insegne luminose si sostituisce una città fatta di colori e di odori, luogo d’incontro storico tra la cultura araba e quella italiana.

Situato nel cuore del centro storico, la Vucciria è il più antico tra i mercati storici di Palermo. Se in passato la merce più venduta era la carne, ora per i vicoli di questa zona è facile trovare verdura, frutta e pesce. I colori e gli odori di questo mercato sono fonte d’ispirazione per numerosi artisti. Uno su tutti? Renato Guttuso.

Lungo le strade del Tribunale si trova invece, il Capo, un mercato storico diventato famoso soprattutto per lo sfincione, pizza tipica di  Palermo. Quello del Capo è uno dei mercatini più frequentanti della città siciliana a tal punto che il più delle volte si cammina a singhiozzo.

Nei pressi della stazione c’è invece Ballarò, tipico mercato alimentare dove è possibile acquistare tutte le specialità coltivate direttamente dai siciliani. Anche Borgo Vecchio, come Ballarò, è rinominato per la frutta e per l’offerta di verdura. Questi due mercati storici sono l’ideale per rifocillarsi dopo una giornata di visita ai monumenti della città.

Il modo migliore per vivere le magiche atmosfere di quest’area della Sicilia è scegliere subito tra i voli in offerta Air Italy per Palermo.

 

Fonte immagine: flickr.com/photos/11239438@N03/