Orto botanico di Brera: il cuore verde di Milano

L’orto botanico di Brera si trova nel palazzo omonimo al centro del capoluogo lombardo. Se siete in viaggio verso Milano per svago o per lavoro pianificate una tappa in un giardino storico voluto dall’imperatrice Maria Teresa d’Austria nel 1774, insieme all’osservatorio astronomico.

Si tratta di una vera oasi di pace nel cuore della città capace di ospitare al suo interno migliaia di specie vegetali diverse e di grande pregio. Tra gli esemplari più apprezzati vanno citati due ginko biloba tra i più antichi d’Europa, un tiglio di 40 metri e un noce del Caucaso.

Numerosi e diversi sono i percorsi tematici che è possibile affrontare in moda da poter visitare l’orto botanico in maniera sempre diversa: la fioritura dei bulbi primaverili, le cortecce, la collezione di piante officinali, l’orto di ortaggi e le collezioni di Peonie e Aquilegie. Sono inoltre disponibili percorsi tematici studiati appositamente per ipovedenti e non vedenti.

Oltre all’orto botanico è possibile visitare anche il museo astronomico dove è possibile ammirare strumenti tecnici di osservazione scientifica passeggiando tra i vari percorsi organizzati.

L’orto botanico è aperto dal lunedì al sabato e osserva orario diversi a seconda del periodo dell’anno. Per maggiori informazioni consultate il sito dedicato. Il museo e l’orto botanico di Brera sono testimonianza dell’opera di salvaguardia del patrimonio storico scientifico e naturalistico di Palazzo Brera intrapresa dall’Università degli Studi di Milano fin dagli anni Ottanta.

 

Fonte immagine: wikimedia.org