Museo storico di Garibaldi a Caprera

Un pezzo di storia che sopravvive al tempo: è il museo di Garibaldi sull’isola di Caprera, a pochi km dalla Sardegna.

Conosciuto anche con il nome di Compendio Garibaldino, il museo storico dedicato all’eroe dei due Mondi, si compone di diversi edifici di modeste dimensioni e l’insieme di cimeli appartenuti all’uomo che con la sua spedizione in compagnia dei Mille portò a termine l’unificazione dell’Italia. Nel compendio è compreso anche il cimitero di famiglia dove l’eroe scelse di essere sepolto al termine della sua vita.

Molto suggestiva è la Casa Bianca, l’abitazione in cui Garibaldi passò gli ultimi anni della sua vita, rasserenando l’animo provato dalle spedizioni militari e dalle grandi conquiste ottenute, dedicandosi all’agricoltura e alla pastorizia. La Casa si costituisce di 7 stanze tra loro comunicanti, in quanto pensata per ospitare tutta la famiglia. L’ultima delle sue figlie Clelia vi abitò infatti fino al 1959.

Oltre alla Casa Bianca, il Compendio ospita anche la prima casa in cui Garibaldi visse appena giunto sull’isola; la cosiddetta casa di ferro dove organizzò la sua biblioteca; la stalla che oggi raccoglie gli oggetti da lavoro, un mulino e  un forno sul retro dell’abitazione.

La visita al Museo di Garibaldi è una delle tappe immancabili in un viaggio in Sardegna: sembrerà di rivivere la storia di quegli anni e respirare la pace e la tranquillità che caratterizzarono l’ultima fase della vita di Garibaldi.

Informazioni utili per visitare il Museo di Garibaldi a Caprera:

Orari:il museo è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 20. L’ultimo ingresso è alle 19.15. Chiuso il lunedì.

Prezzo: il costo del biglietto intero è di 6€, il ridotto costa 3€. Esenzione prevista per gli under 18 e gli over 65.

Come arrivare: giunti all’aeroporto di Olbia dirigetevi verso il porto e da lì imbarcatevi su un traghetto che conduce all’isola di Caprera.

 

Fonte immagine: flickr.com/photos/mirkenhauer