Viaggio a Ginevra: visita al Museo d’arte e di storia

Nel centro di Ginevra sorge l’edificio del Museo d’arte e di storia (Musée d’art et d’historie, MAH), eretto tra il 1903 e il 1910. Il progetto fu finanziato dal banchiere Charles Galland che regalò alla città svizzera uno spazio espositivo di circa 7.000 m2, dando vita a un progetto che risaliva alla prima metà del 1800.

Con l’istituzione del Museo d’arte e di storia, si riunirono i patrimoni di vari musei cittadini e donazioni di privati, per creare una vasta collezione che spazia nel campo dell’archeologia e delle Belle arti, senza tralasciare anche le Arti applicate.

Un excursus di millenni nel concetto umano dell’arte e uno dei musei più importanti di Ginevra e di tutta la Svizzera.

La sezione archeologica conserva ed espone reperti di epoca preistorica, ma anche dell’antico Egitto, di epoche greca e romana.

Nelle stanze dedicate all’esposizione delle opere d’arte si trova un’impressionante collezione che copre il periodo che va dal Medioevo al XX secolo. Il Museo d’arte e di storia di Ginevra può vantare opere di artisti del calibro di Monet, Cézanne, Picasso, Veronese, Rubens, Pissarro e molti altri. Tra le sculture presenti, l’opera Venere e Adone di Antonio Canova.

Icone, arte Bizantina, armi e armature,.gioielli e utensili artistici, strumenti e arazzi: a questo tesoro museale è dedicata la sezione Arti applicate del Museo.

 

Informazioni pratiche sul Museo d’arte e di storia di Ginevra:

Entrata al museo: Rue Charles Galland, 2

Orari d’apertura: dal martedì alla domenica, dalle 9 alle 12, chiuso il lunedì

Costi e biglietti: l’esposizione permanente è gratuita; per le esposizioni temporanee è prevista l’entrata a pagamento; i ragazzi fino a 18 anni non pagano; entrata gratuita anche ogni prima domenica del mese.

 

Fonte immagine: wikimedia.org