Escursione alla Grotta di Nettuno, Alghero

Il fascino della Grotta di Nettuno inizia ancor prima di essere entrati nell’antro ipogeo. L’imbocco della grotta si trova, infatti, sulla parete della scogliera del promontorio di Capo Caccia, a circa 24 chilometri da Alghero.

Per accedervi si possono scegliere due vie: il mare e l’Escala del Cabriol. Nel primo caso si dovrà partire dal porto di Alghero o da Porto Conte, su uno dei traghetti che compie servizi regolari solo durante le belle stagioni (primavere ed estate). Durante l’inverno le partenze per la Grotta di Nettuno, anche da Alghero, sono discontinue. Anche l’Escala del Cabriol è percorribile solo in condizioni meteorologiche favorevoli: si tratta di una discesa di ben 656 gradini, che dovranno essere ripercorsi in senso inverso al ritorno.

I visitatori possono accedere alle sale lungo le prime centinaia di metri dei 4 chilometri di estensione dell’intera grotta. Nonostante ciò, le meraviglie non mancano. A iniziare dal Lago Lamarmora: un grande lago sotterraneo nel quale si specchiano le formazioni stalattitiche e stalagmitiche che lo caratterizzano, come la cosiddetta Acquasantiera e l’Albero di Natale.

La Sala dell’Organo prende il nome dalla colonna calcarea che ricorda le canne di un organo, mentre la Tribuna della Musica permette di affacciarsi sul lago e sulla Sala della Reggia con i suoi pilastri maestosi.

Per raggiungere Alghero e la Grotta di Nettuno, scegliete Air Italy.

Fonte immagine: flickr.com/photos/xevivarela/