Da vedere a Catania: il Castello Ursino, la sede del Museo civico

Tra le cose da vedere a Catania di certo non può mancare uno dei suoi simboli più caratteristici: il Castello Ursino. Oggi sede del Museo civico di Catania, le mura di questo castello avrebbero molto da raccontare circa la storia della Sicilia.

Venne eretto nel 1250 per volere di Federico II di Svevia quale parte integrante di quello che doveva essere un sistema difensivo costiero dell’isola. Ma doveva anche rappresentare il potere imperiale in quello che era ritenuto un territorio ostile.

Il Castello Ursino fu teatro di alcuni degli eventi fondamentali dei Vespri siciliani (1282 – 1372) e vide succedersi, al suo governo, angioini e aragonesi. Con il regno aragonese di Sicilia, divenne dimora reale e fu anche luogo di un rapimento (per saperne di più sulla sua storia, leggete qui).

Nel corso del periodo rinascimentale, la struttura del Castello Ursino venne arricchita di un bastione, noto come il bastione di San Giorgio.

Il castello venne poi minacciato da un’eruzione dell’Etna (1669) e da un terremoto (1693) senza ricevere danni sostanziali, ma compromettendone definitivamente il ruolo di struttura difensiva.

Dal 1934 il Castello Ursino offre la propria struttura al Museo civico di Catania. Oggi espone una ricca collezione di statue d’età classica, nonché i reperti provenienti dai vari siti archeologici della città e dell’area. Notevole anche la collezione numismatica e di crateri greci.

Parte integrante delle testimonianze storiche offerte dal museo sono i graffiti (scritte e disegni) incisi sulle mura del castello dai suoi “ospiti” quando venne adibito a prigione.

Per scoprire di più su ciò che c’è da vedere a Catania e sui tesori storici e archeologici custoditi dal Museo civico del Castello Ursino, non vi resta che prenotare il vostro volo per Catania con Air Italy.

 

Informazioni utili sul Museo civico del Castello Ursino:

Dove: Piazza Federico di Svevia, Catania

Orari: 8:30 – 13:30, aperto tutti i giorni tranne Natale, Capodanno, Pasqua, 1° maggio e Ferragosto

Costo biglietto: gratuito

Come raggiungerlo: linee bus 31D, 31S, 25, 28, 30, 32, 38, 39, 42, 45

Maggiori informazioni: sito web apt-catania

 

Fonte immagine: wikimedia.org