Curiosità natalizie: le sfumature delle tradizioni

Nei giorni di Natale ci si raccoglie tutti quanti in un’atmosfera di delicata intimità: ogni luogo però ha le sue proprie tradizioni e curiosità natalizie che rendono questo giorno, in qualche modo speciale, per grandi e bambini.

Ma quali sono le tradizioni degli altri paesi europei? Ecco qui alcune chicche per viaggiare un po’ oltreconfine.

  • Germania. Qui l’atmosfera di Natale si respira dai primi giorni di novembre, perché il giorno 11 è San Martino e per l’occasione le strade si illuminano con le lanterine fatte a mano dai bambini. Il 6 dicembre invece, si festeggia San Nicola ed è lui l’incaricato dei doni per i più piccoli, tra biscotti e dolci sorprese. Città come Monaco, pullulano di mercatini di artigianato locale e specialità gastronomiche bavaresi come Brezen e vin brulè. Durante le feste si delizia il palato con un gustoso piatto di oca arrosto.
  • Spagna. Le curiosità natalizie spagnole ruotano intorno alla figura dei Re Magi, “Los Reyes”, i quali giungono dopo un lungo viaggio alla grotta di “Gesù bambino” il 6 gennaio e portano i regali per i bambini. Nei giorni precedenti al 6, ci sono eventi importanti come la lotteria di Natale del 22 dicembre e la vigilia, in cui si intonano dolci canti chiamati “villancico”.
  • Grecia. Le tradizioni ortodosse della Grecia prevedono giorni di festa e trepidante attesa a partire dalla vigilia di Natale, giorno in cui i bambini si recano in strada e suonando strumenti musicali, vanno alla ricerca di dolcetti e doni golosi. Tra le celebrazioni più affascinanti c’è quella del “Battesimo di Gesù” il 6 gennaio, che sta a significare la nascita della luce” e consiste nella benedizione del mare e del fiume. Inoltre in Grecia non è usanza fare l’albero di Natale ma vengono raccolte delle foglie di basilico in una ciotola di legno.
  • Inghilterra. Qui la tradizione vuole che si allestisca un albero di Natale con dolciumi e addobbi di ogni tipo e si contano i giorni prima del 25 con il magico calendario dell’avvento. Londra scintilla di vetrine decorate a festa ed è meta perfetta per lo shopping sfrenato. Quando Babbo Natale arriva con slitta e renne, porta i regali da scartare la mattina di Natale, in attesa di un bacchetto succulento a base di tacchino ripieno e pudding.

 

In Italia l’attesa della nascita di Gesù bambino è il momento culminante dell’atmosfera di festa:  il giorno della Vigilia si comincia a cenare molto presto, tutti insieme, banchettando tra tortellini, capitone e piatti a base di pesce.

Molte famiglie decidono di partecipare alle solenne messa di Natale, altri attendono la mezzanotte a casa per scambiarsi gli auguri e adagiare Gesù bambino nel presepe. E dopo canti, assaggi di dolci tipici come il panettone, non resta che scambiarsi i regali che attendono di essere scartati sotto l’albero di Natale. E tra panettoni, giochi e luci arriva l’Epifania, per chiudere allegramente questo ciclo di dolci feste.