Cosa vedere a Ginevra: cattedrale di Saint Pierre

Dalla collina della Vieille Ville (Città Vecchia) di Ginevra, la cattedrale di Saint Pierre domina la città. Le sue linee architettoniche sono il frutto di varie modifiche e interventi che si sono susseguiti nel corso dei secoli (gotico, neoclassico). Percorrendo a ritroso la sua storia, si arriva all’anno della posa della prima pietra: il 1160.

Ginevra fu al centro della Riforma protestante calvinista e la sua cattedrale seguì le sorti della fede della moltitudine, divenendo luogo di culto della nuova professione religiosa (nel 1353). Nella tradizione protestante, l’interno della chiesa è piuttosto spoglio e lontano dai canoni decorativi mediterranei.

Ma la cattedrale di Saint Pierre cela anche due elementi che la rendono una delle mete fondamentali della lista “cosa vedere a Ginevra”: il belvedere  e il sito archeologico.

Dalla cima della sua torre, raggiungibile salendo ben 157 scalini di un’angusta scala a chiocciola, si può avere una stupenda vista su Ginevra e sul suo lago. Una volta discesi gli scalini, si dovrà continuare a scendere per scoprire il vero tesoro della cattedrale di Ginevra: uno dei più rilevanti siti archeologici europei. I resti conservati tra le fondamenta della cattedrale di Saint Pierre, raccontano la storia di Ginevra a partire dagli albori della storia.

Per visitare Ginevra, viaggiate con i voli Air Italy.

 

Fonte immagine: flickr.com/photos/dimenticato/