Cosa fare di sera a Napoli: passeggiata a Borgo Marinari

Una delle mete più belle di Napoli è Borgo Marinari (o Borgo Marinaro), luogo di ritrovo dei napoletani e di forte richiamo turistico per i visitatori.

Il Borgo sorge sull’isolotto di Megaride, a ridosso della fiancata interna di Castel dell’Ovo, nel quartiere di San Ferdinando e vi si accede percorrendo un istmo che parte da Via Partenope.

Borgo Marinari a Napoli è il luogo dove un tempo i pescatori della zona di Santa Lucia partivano per la pesca e rientravano con le reti colme di pesci, mentre oggi rappresenta uno dei luoghi di ritrovo diurno e serale sia per gli abitanti che per i turisti. Nel Borgo sorgono infatti numerosi bar, ristoranti e locali dove, tra le altre cose, è anche possibile fumare il narghilè, lontano dai ritmi frenetici urbani e dove un tempo non era raro incontrare personaggi come Totò e Sophia Loren.

Il Borgo di sera è ancora più suggestivo quando si accende di luci, musica e colori: le strade si affollano e gli scorci del mare di Napoli diventano quadri magici di un viaggio indimenticabile.

Borgo Marinari è un’oasi di Napoli nella quale coppie, famiglie e gruppi di amici possono trascorrere piacevoli ore all’aperto per un aperitivo, una cena o un cocktail serale.

Curiosità su Borgo Marinari

Il seme di Partenope – Si può dire che Borgo Marinari sia stato l’insediamento che diede vita a Partenope. Infatti, qui si insediarono i primi coloni greci.

Gli ultimi giorni di Romolo Augusto – Si dice che l’ultimo imperatore romano trascorse qui gli ultimi giorni della sua vita, nella ricca villa costruita dal generale romano Lucio Licino Lucullo.

La prima fortificazione era un monastero – La “destinazione d’uso” dell’isolotto sul quale sorge oggi Borgo Marinari variò molte volte nel corso della storia. La villa di Lucullo venne convertita in monastero e, successivamente, in fortificazione (che fornì il nucleo centrale della struttura di Castel dell’Ovo).

Meta per VIP – Nella villa voluta qui dai principi di Francavilla soggiornarono molti personaggi importanti del Settecento. Nel secolo successivo la villa divenne di proprietà di Alexandre Dumas.

 

Fonte immagine: flickr.com/photos/jrgcastro/7075005635