Case romane del Celio, testimonianze dell’antica vita di Roma

Il rione Celio di Roma, a pochi passi dal Colosseo, è uno straordinario concentrato di sorprese storiche e archeologiche. Sotto la basilica dei Santi Giovanni e Paolo, si nasconde un complesso residenziale di epoca romana (databili attorno al 111 d.C.).

I venti ambienti, in parte affrescati, sono stati soggetti, nel corso dei secoli, a molteplici modifiche e destinazione d’uso. I due edifici originali dell’architettura popolare, nel III secolo divennero parte di un’unica e lussuosa domus comprensiva di ninfeo, per poi fungere da fondamenta per la costruzione della basilica (V secolo).

Già un secolo prima dell’edificazione della basilica, il complesso delle case romane del Celio venne destinato a sede di culto cristiano. Il nome di alcuni ambienti della domus (Aula dell’orante, Confessio) ricordano il culto delle prime comunità cristiane.

Gli scavi che portarono alla scoperta casuale delle case romane furono effettuati nell’’800 a partire dal martyrium della basilica.

Oltre gli imperdibili affreschi e gli ambienti di grande suggestione, il sito archeologico visitabile può contare su un allestimento museale dei reperti scavati in loco.

Una visita alle case romane del Celio invita anche a una visita alla sovrastante basilica dei Santi Giovanni e Paolo, a una passeggiata per l’affascinante Clivus Scanuri (da dove si accede agli scavi) e all’adiacente villa Celimontana.

Per visitare Roma e le case romane del Celio, scegliete Air Italy.

 

Fonte immagine: flickr.com/photos/jensvermeersch