Casa museo di Hendrix a Londra, viaggio all’insegna del rock

Chitarristi, appassionati di rock e di blues elettrico non hanno mai potuto resistere al suo fascino stravagante e rivoluzionario. Jimi Hendrix è stato un profeta della sei corde che, con il suo talento, il suo genio e la sua sensibilità artistica, ha saputo porre più di una pietra miliare nella storia della musica occidentale (e della sua industria). La casa museo inaugurata da poco a Londra, celebra il mito del chitarrista mancino: una nuova tappa immancabile per chi visita la capitale della Gran Bretagna.

Jimi Hendrix (nato a Seattle, negli USA) scelse come dimora l’appartamento al 23 di Brook Street nel 1968 e vi si trasferì con la compagna del tempo: Kathy Etchingham. Per affermazione dello stesso Hendrix, quella era la sua prima vera casa di proprietà. Nel 1969 l’appartamento fu il teatro d’interviste e sessioni fotografiche (che hanno permesso di ricostruire fedelmente l’ambiente come lo decorò il chitarrista stesso).

I fan dell’icona del rock potranno curiosare tra i cimeli con i quali è costellata la casa museo di Hendrix, a partire dalla Ephiphone FT79 sulla quale il chitarrista amava comporre i suoi pezzi o intrattenere gli ospiti.

La casa museo di Hendrix non è l’unico santuario della musica che si trova in Brook Street a Londra. Al di là della parete dell’appartamento di Hendrix si trova la casa museo di Handel, il compositore tedesco del Settecento che visse lì (e lì morì) più di duecento anni prima. Una coincidenza che dà modo di visitare due case museo in un solo pomeriggio (anche il biglietto è unico, per chi desiderasse visitare entrambe le attrazioni).

Per organizzare la visita alla casa museo di Hendrix a Londra

Dove: 23 Brook Street, Mayfair, Londra.

Come arrivare: si può facilmente raggiungere scendendo alla stazione Oxford Circus della metropolitana di Londra.

Raggiungere Londra: leggete l’approfondimento Come raggiungere Londra da Gatwick.

Per maggiori informazioni: visitate il sito ufficiale del museo.