Itinerario alla scoperta di Cala Goloritzé

La Cala Goloritzé è uno dei tanti spettacoli naturali della Sardegna, e uno dei litoriali più suggestivi dell’Ogliastra, che può essere raggiunto solo a piedi o via mare. L’accesso non immediato ha fatto sì che la caletta abbia potuto preservarsi dal turismo di massa. Nonostante ciò, sono in molti a voler raggiungere questo spicchio di mare cristallino del Golfo di Orosei.

Il percorso più interessante per arrivare a Cala Goloritzé è sicuramente quello a piedi. Si tratta di un vero e proprio percorso di trekking attraverso alcuni tra i più bei paesaggi dell’Ogliastra, per il quale sarà bene farsi trovare preparati; almeno per ciò che riguarda le calzature: preferite le scarpe da ginnastica alle infradito e portate una scorta d’acqua adeguata. L’itinerario per raggiungere la cala parte dalla località Su Porteddu, nei pressi di Baunei, nell’area dell’altopiano del Golgo, e procede per circa un’ora e mezza tra mulattiere ghiaiose, lecci secolari, ginepri, ulivi, crepacci e grotte. I 4 chilometri da percorrere prevedono un dislivello di 500 metri.

La descrizione di Cala Goloritzè è la descrizione di un Monumento nazionale italiano (così com’è stata nominata nel 1995). La sua spiaggia è sicuramente una delle più deliziose della Sardegna, caratterizzata da uno sperone di roccia isolato, alto più di 100 metri e attrazione principale dei climbers che raggiungono la caletta.

Per visitare Cala Goloritzé durante il vostro prossimo viaggio, volate in Sardegna con Air Italy.

 

Fonte immagine: flickr.com/photos/vasile23/