I piatti tipici di Milano: dagli antipasti al dolce

I piatti tipici della cucina milanese hanno come ingredienti base verdure, riso, carni di maiale e di manzo, cotte e solitamente condite con il burro. La cucina tradizionale è povera, ha origine nelle campagne ed è molto antica.

Con il tempo la cucina milanese ha subito varie contaminazioni, derivanti dalle dominazioni che la città ha subito nei secoli, che ne hanno arricchito i piatti e le ricette. Ad esempio la famosa cotoletta milanese ha origine austriache, viennesi per la precisione, così come la michetta,  il pane di Milano. O ancora le polpette preparate con la carne avanzata, i mondeghili, sono una ricetta spagnola importata dagli arabi durante l’occupazione della penisola iberica.

I mondeghili fanno parte degli antipasti tipici milanesi insieme ai nervetti, in dialetto gnervitt, che altro non sono che i tendini del ginocchio o dello stinco del vitello, lessati e conditi con sottaceti e cipolla.

Primi piatti

Il risotto allo zafferano è senza dubbio uno dei piatti più apprezzati della cucina milanese. La leggenda narra che l’origine del risotto risalga al lontano 1500, quando la spezia veniva usata per creare i colori delle vetrate della Fabbrica del Duomo.

Il minestrone è un altro primo piatto tipico della cucina milanese, realizzato tipicamente con verza, zucchine, cipolle, carote, patate, sedano, fagioli, pomodori, lardo e cotenne.

Secondi piatti

La già citata cotoletta alla milanese è una costoletta di vitello con l’osso impanata con il pane grattugiato e fritta.

L’ossobuco è un piatto tradizionale molto amato dai milanesi. L’ossobuco è lo stinco di vitello compreso di midollo, cotto nel burro e nel brodo.

La Cassoeula infine, di antichissima tradizione spagnola, è un piatto molto povero formato dagli scarti del maiale cotti con verza e salamini dolci. Erano, nell’antichità, gli scarti che i Nobili disdegnavano e che i poveri recuperavano.

I dolci

Impossibile non citare il panettone, il dolce di Milano per antonomasia, un piatto tipico nato nel 1600 fatto con l’impasto del pane farcito con uova, burro, uva passa e zucchero.

La barbajada è un tipico dolce al bicchiere che prende il nome dal suo inventore e che nasce nella metà dell’800. Il dolce è una specie di bevanda fatta di caffè, cioccolato e latte.