Voli lunghi, consigli e esercizi di stretching da fare a bordo

Vi sarà capitato molte volte di dover affrontare dei voli lunghi e di aver cercato il modo di arrivare in forma a destinazione. Tra i consigli che proponiamo di sicuro c’è quello di fare esercizi di stretching durante il viaggio.

Il cambio di fuso orario e la sindrome da jet-leg che ne consegue, sono la causa delle sensazioni di malessere, spossatezza, insonnia e inappetenza che generalmente si avvertono una volta raggiunta la meta tanto attesa. Per far in modo che nessun giorno delle vostre vacanze vada perso, ecco alcuni esercizi di stretching che consigliamo di fare nel corso di voli lunghi.

Si tratta di semplici movimenti che vanno ripetuti diverse volte e che possono essere eseguiti anche da seduti. Per sciogliere le estremità inferiori, è utile far ruotare le caviglie verso l’esterno oppure muovere i piedi distendendo le punte e sollevando i talloni. Per dare sollievo alla parte superiore del corpo si può invece far roteare il collo e le spalle.

Durante le fasi di crociera in cui sarà possibile alzarsi dal proprio sedile, consigliamo di camminare e di distendere i muscoli come se aveste appena concluso una corsa, ovviamente nei limiti del consentito.

Fare esercizi di stretching a bordo durante i voli lunghi è uno tra i consigli più pratici, ma non dimenticate di prendere delle accortezze anche prima di partire e una volta giunti a destinazione. Buon viaggio!