Come richiedere assistenza in aeroporto, tutte le informazioni utili

La normativa europea e la normativa nazionale prevedono forme di tutela e diritti per favorire i viaggiatori diversamente abili o a mobilità ridotta. Tra i diritti assicurati da questa normativa c’è l’assistenza in aeroporto per gli spostamenti e l’imbarco dei passeggeri.

Per questo, il passeggero dovrà richiedere espressamente il servizio di assistenza. Come è possibile farlo?

La procedura per la richiesta dell’assistenza è semplice: il viaggiatore che necessita il supporto, dovrà comunicarlo alla compagnia aerea o all’operatore turistico al quale si è affidato con un preavviso di almeno 48 dall’ora di partenza del volo. Il servizio di assistenza ai passeggeri disabili o a mobilità ridotta sarà, poi, a carico del personale aeroportuale al quale il vettore avrà prenotato il servizio con 36 ore di anticipo.

Si consiglia, in sede di richiesta del servizio, d’informare dettagliatamente la compagnia aerea sulle esigenze, in modo da ottenere la migliore assistenza.

Una volta effettuata la richiesta, è consigliabile verificare che la sigla indicata sul titolo di viaggio  identificativa del tipo di assistenza richiesta corrisponda effettivamente al servizio necessario. I codici internazionali d’identificazione dei servizi di assistenza a terra sono quelli indicati nella tabella che segue:

 

Assistenza in aeroporto

 

Chi ha diritto all’assistenza in aeroporto?

Ogni passeggero che abbia difficoltà nell’uso del mezzo di trasporto aereo per le seguenti ragioni:

  • Disabilità fisica (sensoriale o locomotoria, permanente o anche temporanea), handicap mentale o altra causa di disabilità;
  • Età avanzata.

 

Quali sono i servizi a disposizione del viaggiatore?

  • Spostamenti per l’adempimento delle formalità (check-in, registrazione del passeggero e bagagli);
  • Spostamenti dal banco accettazione all’aeromobile;
  • Imbarcare e sbarcare dall’aeromobile il passeggero e gli eventuali strumenti d’ausilio (sedia a rotelle);
  • Spostamenti verso la sala di ritiro dei bagagli e strumenti d’ausilio;
  • Spostamenti per i voli in coincidenza;
  • Ausilio per l’utilizzo dei servizi igienici in caso di necessità;
  • Accesso alle informazioni sui voli;
  • Supporto per la gestione dei cani di assistenza riconosciuti.

Le sedie a rotelle non possono essere imbarcate all’interno della cabina. Verranno imbarcate in stiva. Se la sedia a rotella è provvista di batteria soggetta a fuoriuscita, si dovrà avvertire per tempo la compagnia aerea.

I servizi di assistenza in aeroporto possono essere richiesti per tutti i voli (siano essi di linea, charter o low cost) in partenza o in transito da un aeroporto comunitario. Vale anche nel caso in cui il volo parta da un aeroporto di un Paese non UE, con destinazione una aeroporto UE, ove la compagnia aerea sia comunitaria.

Per avere maggiori informazioni su come chiedere i servizi di assistenza in aeroporto è possibile prendere visione della Carta dei diritti del passeggero pubblicata dall’ENAC.