Visioni italiane 2015, corti in concorso a Bologna

Gli appassionati di corto e mediometraggi, dal 25 febbraio al 1 marzo 2015 hanno un appuntamento a Bologna: è Visioni italiane, il concorso per corto e mediometraggi. La competizione tra le creazioni cinematografiche dai formati irregolari è stata pensata dalla Cineteca di Bologna per dare spazio ai giovani autori che operano sul territorio nazionale e che non hanno altri canali per emergere.

La formula proposta da Visioni italiane è riuscita a divenire un punto di riferimento per il settore, sopravvivendo al boom effimero di questo tipo di manifestazioni e arrivando, nel 2015, a festeggiare il 21° anno d’attività.

I corti e i mediometraggi che verranno selezionati, concorreranno all’assegnazione di vari premi e competeranno per la migliore opera delle diverse sezioni del festival Visioni italiane 2015:

Visioni DOC – opere documentarie.

Visioni ambientali – corto e mediometraggi che affrontano i temi legati alla qualità dell’ambiente.

Visioni acquatiche – cortometraggi (massimo 15 minuti) che affrontano il tema: “L’acqua come fonte di vita, benessere, salute e turismo”.

Visioni sarde – sezione dedicata agli autori sardi o ambientati in Sardegna.

Visioni urbane, Beyond the ideal city – Il tema per questa sezione è la città  contemporanea, con le sue strutture complesse di rapporti sociali e architetture.

Il cuore di Visioni italiane 2015 sarà il Cinema Lumière di piazzetta Pier Paolo Pasolini 2b. Dal 25 febbraio al 1 marzo prossimo, a Bologna i corti indipendenti diventano occasione di festival. Scoprite di più sul sito della Cineteca. Per raggiungere Bologna in occasione di Visioni italiane, volate con noi.

 

 

 

Fonte immagine: cinetecadibologna.it