A Torino per visitare la Sacra Sindone

La Sacra Sindone: la reliquia per eccellenza. Una testimonianza d’indubbia suggestione per i fedeli e un mistero impresso da secoli nell’immaginario collettivo. A Torino, nel Duomo di San Giovanni Battista, si conserva quel telo di lino che racconta, in modo sorprendente, la passione del Cristo.

La storia di questo vessillo dei cristiani inizia nel 1204, quando si ha testimonianza della sua conservazione a Costantinopoli (saccheggiata nel 1204 da parte dei crociati). Si dice che, nei primi decenni del XIV secolo, Geoffroy de Charny, noto e valoroso cavaliere, portò il sacro lenzuolo in una chiesa nei pressi di Troyes, in Francia. Alcuni indizi fanno pensare a una prima ostensione della Sacra Sindone in territorio cristiano attorno al 1355.

Agli inizi del 1400, Marguerite de Charny volle tenere la Sindone al sicuro dalla guerra che imperversava in Europa (la Guerra dei cento anni) portandola con sé. La data del 1453 segna il passaggio della più sacra delle reliquie nelle mani dei Savoia. Ulteriore data fondamentale nella storia della Sindone è il 4 dicembre 1532. Quel giorno la cappella di Saint-Suaire (cappella del Santo Sudario, a Chambéry, in Francia), nella quale era custodita, venne distrutta da un incendio. Il telo di lino venne gravemente danneggiato. Nonostante l’opera di restauro, ancora è possibile vederne i segni sul sudario. Torino e il suo Duomo ospitano la Sindone dal 14 settembre 1578.

Oggi è protetta da una teca costruita con tecniche e materiali altamente tecnologici che ne garantiscono la completa protezione.

Per poter vedere la Sacra Sindone si dovrà attendere la nuova Ostensione (dura più giorni) e prenotare la visita (www.sindone.org).

In alternativa, si può visitare il Museo della Sindone ospitato dalla cripta della chiesa del SS. Sudario. Lì si trova una perfetta riproduzione del Santo Sudario e un percorso espositivo tra scienza e storia. Gli orari del museo sono i seguenti: tutti i giorni dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

Il 2015 è l’anno dell’Ostensione della Santa Sindone: il momento giusto per tutti i fedeli e i curiosi per visitare Torino e i suoi tesori.

A Torino, per visitare la città che conserva la reliquia, vi ci porta Air Italy, con i suoi voli speciali.

Leggete l’approfondimento dell’eMagazine per sapere come raggiungere Torino dall’aeroporto.