Tappa ad Atzara per l’Autunno in Barbagia 2015

Colori, tradizioni, sapori: Atzara è questo e molto altro. E sarà anche la tappa dell’Autunno in Barbagia 2015, la manifestazione culturale che potrà condurvi alla scoperta dei territori dell’entroterra sardo, nei giorni del 21 e del 22 novembre.

Un antico borgo, che ha mantenuto il suo tessuto originario dell’epoca catalana, e che si trova immerso in un autentico giardino, fatto di campi coltivati, alberi da frutto, alberi di noccioli, noci, e castagni. Il tutto arricchito dalla presenza di una fauna diversificata, composta da anatre selvatiche, cinghiali, aironi cenerini e molto altro.

Ma la popolarità di Atzara è da ricollegare anche alla sua tradizione vinicola: questo centro agricolo è infatti occupato in gran parte da vigneti che danno vita, seguendo le antiche e preziose tradizioni, al famoso vino nero “Mandrolisai”.

Un paese d’arte, la cui testimonianza risiede negli studi dei due celebri pittori spagnoli Eduard Chicharro e Antonio Ortiz Echagüe, oltre ai sardi Antonio Ballero, Filippo Figari, Giuseppe Biasi, Mario Delitala, Carmelo Floris e Stanis Dessì: i lavori di questi grandi artisti vengono oggi conservati nel Museo di Arte Moderna e Contemporanea “Antonio Ortiz Echague”, situato nel centro storico del borgo.

Nei giorni in cui l’Autunno in Barbagia 2015 farà tappa a Atzara si potranno inoltre visitare la parrocchiale di Sant’Antioco, la chiesa di Santa Maria Bambina, e tutti i siti archeologici di età nuragica, che includono tombe dei giganti, domus de janas, e nuraghi, come quello di Abba Gadda.

Insomma, Atzara aspetta solo di essere visitata: prenotate dunque il vostro volo per la Sardegna a prezzi vantaggiosi con Air Italy.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/75204111@N06