La storia della più grande Chiesa in Italia: il Duomo di Milano

Milano: città della moda, della Borsa, della finanza, principale polo economico d’Italia. Eppure, quando si pensa a questa città, la prima cosa che viene in mente è il Duomo. Non è un caso. Infatti, la storia di questa basilica è strettamente legato a quella della sua città.

Quarta chiesa in Europa e prima in Italia, il Duomo di Milano è ubicato nell’omonima piazza, in pieno centro città. La progettazione e costruzione di questa basilica simbolo del capoluogo lombardo fu alquanto complessa e durò molti anni, per non dire secoli. Le sue radici sorgono sulle ceneri di due chiese precedenti: la Basilica di Santa Maria Maggiore e quella di Santa Tecla, distrutte proprio per fare spazio alla nuova costruzione.

L’iniziale progetto del 1386 fu completamente rivisitato due anni più tardi ad opera di Gian Galeazzo Visconti, che volle dare uno stampo molto più ambizioso e grandioso all’edificio, optando per uno stile tardo gotico in marmo di Candoglia anziché in mattoni così come allora richiesto dal gotico lombardo.

Furono tantissimi gli architetti e gli artisti che intervennero e diedero un loro contributo significativo alla realizzazione di questa opera. Una storia in apparenza travagliata che in realtà giovò alla realizzazione di questa Basilica, conclusa definitivamente solo nel diciannovesimo secolo, ossia cinque secoli dopo l’inizio dei lavori.

Prenotate, quindi, un volo Air Italy per il capoluogo lombardo e andate ad ammirare con i vostri occhi il meraviglioso Duomo di Milano.

Fonte immagine: flickr.com/photos/flem007_uk