La Sella del Diavolo a Cagliari: la leggenda, il panorama e il percorso

A sud di Cagliari un promontorio separa la spiaggia del Poetto da quella di Calamosca: il suo nome è Sella del Diavolo e identifica uno dei luoghi più suggestivi di Cagliari, un vero e proprio gioiello naturalistico a due passi dal centro urbano che offre panorami indimenticabili sulla città ed è visitabile con una facile escursione a piedi.

Il percorso per la Sella del Diavolo

L’escursione di trekking sulla Sella del Diavolo dura circa un paio di ore e parte dal Piazzale di Cala Mosca o dal parcheggio di Marina Piccola. La salita è una passeggiata non impegnativa che segue un sentiero naturalistico ed archeologico ben battuto e immerso nella vegetazione, che prosegue sulla cresta del promontorio e si inerpica fino alla cima. Lungo il percorso si incontrano tutti i principali punti di interesse come i ruderi delle torri spagnole, del convento e della cisterna romana.

Il panorama

Dal punto più alto è possibile ammirare uno spettacolo senza precedenti, con un’impressionante veduta panoramica mozzafiato del Golfo di Cagliari e dei suoi dintorni, compresa la spiaggia del Poetto e gli stagni di Molentargius.

Il promontorio è costituito da rocce di tipo giovani, al cui interno si sono formate delle piccole grotte, di cui la più importante è la Grotta dei Colombi. Sul punto più alto e panoramico della Sella del Diavolo si colloca i resti di un fortino risalente alla seconda guerra mondiale e la torre. Fu creata dagli spagnoli per la difesa del territorio nel XVI secolo e in seguito, per la sua vicinanza alla cisterna romana, è stata definita torre del “Pouhet”, cioè pozzeto, da cui il nome della vicina spiaggia.

La leggenda

La Sella del Diavolo deve la sua particolare denominazione a una leggenda biblica. Si narra che i demoni, con a capo Lucifero, rimasero talmente impressionati dalla bellezza del golfo di Cagliari che decisero di impadronirsene, ma questo provocò una reazione da parte degli angeli, con conseguente battaglia sul cielo sovrastante il golfo. La forma della Sella del Diavolo deriva, per alcuni, dalla caduta di Lucifero sul promontorio, dando origine all’avvallamento, per altri dalla sella del cavallo dal quale è stato disarcionato che, cadendo, si è pietrificata.  Proprio per questo, la zona di mare antistante si chiama Golfo degli Angeli.

Venite a scoprire le bellezze della natura cagliaritana, con una veduta panoramica a 360 gradi dal maestoso promontorio Sella del Diavolo e prenotate subito il vostro volo per Cagliari con Air Italy.