Borghi della Sardegna: scopriamo Atzara

Continuiamo la nostra rassegna dei borghi più belli della Sardegna andando a scoprire uno dei gioielli meno conosciuti dell’entroterra sardo: parliamo di Atzara. Questo suggestivo villaggio del centro della Sardegna – famoso per il suo vino e il pregevole artigianato tessile – è il luogo ideale per scoprire le tradizioni più antiche e i sapori più autentici di questa terra.

Storia e curiosità

Il borgo medievale di Atzara – senza dubbio uno dei più belli di tutta la Sardegna – ha origini intorno all’anno mille. In quest’area, però, le tracce umane hanno lasciato testimonianze molto più antiche come le domus de janas sulle pendici della collina di Corongiu Senes e i siti archeologici di età nuragica di Abbagadda, Ligios, Figu e Su Argedu. La tradizione vuole Atzara nascere dall’iniziativa degli abitanti delle tre contrade di Leonissa, Baddareddu e Pauli Cungiau, che si unirono per fondare il borgo che entrò nel Giudicato di Arborea prima del dominio catalano-aragonese. Oggi Atzara è considerata uno dei più bei borghi d’Italia, ma è anche un fiorente centro a vocazione agricola e artigianale: qui si produce il rinomato vino Mandrolisai e si mantiene viva anche la tradizione tessile sarda, in particolare quella di tappeti e costumi tradizionali.

Cosa vedere e fare ad Atzara

Il centro storico di Atzara conserva l’impianto urbano medievale caratterizzato dall’architettura catalana. Passeggiando nel labirinto di vicoli si incontrano moltissimi esempi di questo stile, che si contraddistingue per edifici bassi decorati con cornici e rilievi in granito e i tetti in legno di quercia di cui la casa de su Conte (Palazzo dei Conti di San Martino) è uno degli esempi più belli. Esplorando il centro storico, è d’obbligo una visita alle più belle chiese di Atzara: da quella di San Giorgio, la più antica, alle parrocchie di Sant’Antioco Martire e Sant’Agostino, splendidi esempi del gotico-catalano. Da non perdere anche una visita al Museo d’Arte Moderna e Contemporanea, che conserva una varietà di opere del XX secolo. I paesaggi nei dintorni di Atzara – caratterizzati da vigne, querce e macchia mediterranea dell’alta valle del fiume Araxisi –ispirarono i pittori costumbristi spagnoli. Atzara è una delle tappe più belle di Autunno in Barbagia – Cortes Apertas, mentre in tarda primavera ospita una interessante Sagra del vino.

Come arrivare

Il borgo di Atzara è situato sul versante occidentale del Gennargentu, in provincia di Nuoro, e confina con i comuni di Belvì, Meana Sardo, Samugheo, Sorgono. Per raggiungere Atzara da Cagliari si percorre la SS 131 in direzione Monastir sino allo svincolo per Sanluri, continuando sulla SS 128 in direzione Laconi e procedendo fino ad Atzara.

Atzara, uno dei più bei borghi della Sardegna, vi aspetta: prenotate subito uno dei voli in offerta di Air Italy.