Robert Capa in Italia 1943-1944, in mostra a Roma

Robert Capa in Italia 1943-1944: questo il nome della mostra ospitata quest’anno a Roma da Palazzo Braschi e ideata dal Museo Nazionale Ungherese di Budapest, assieme a Fratelli Alinari e Fondazione per la Storia della Fotografia, in occasione dei 100 anni dalla nascita del più grande fotografo di guerra di tutti i tempi. La nuova mostra di Roma che espone le fotografie di Capa celebra anche un altro anniversario significativo del XX Secolo: quello dei 70 anni dallo sbarco degli Alleati in Normandia.

78 scatti che raccontano, con gli affascinanti accenti del bianco e nero, della liberazione dell’Italia dal nazifascismo attraverso l’occhio/obiettivo del fotografo ungherese che ha definito i canoni del reportage fotografico. Non si è mai abbastanza vicini all’evento: questa la regola fondamentale di Robert Capa, le cui pellicole hanno impresso ciò che la carta stampata non ha potuto trasmettere: l’emozionante orrore di una guerra mondiale. Il fotografo ungherese, amico, tra gli altri, di Ernest Hemingway, era frutto di un’alchimia inedita di vitalità, coraggio e senso della storia. Grazie alle sue foto, oggi possiamo riscoprire frammenti del nostro passato.

La mostra Robert Capa in Italia 1943-1944, promossa da Roma Capitale, sarà in esposizione fino al 6 gennaio 2014 a Palazzo Braschi. Una straordinaria occasione per un viaggio alla scoperta dei tesori di Roma.

 

Fonte immagine: flickr.com/photos/healinglight