Il Parco nazionale delle Everglades: guida alla visita

Patrimonio dell’umanità dell’Unesco, il Parco Nazionale delle Everglades è una delle riserve naturali più famose ed importanti degli Stati Uniti. Ecco la nostra guida per visitare questa imperdibile attrazione alle porte di Miami.

Everglades: cosa sono?

Le Everglades rappresentano un ecosistema subtropicale tipico delle zone umide che si estende per più di 8 mila chilometri quadrati nel centro e nel sud della Florida. Durante la stagione delle piogge è caratterizzato dal tipico paesaggio delle paludi di sawgrass (erba sega), che si formano in seguito alle inondazioni del lago Okeechobee che invadono diversi habitat naturali, delle praterie alle foreste di cipressi e mangrovie.

Le Everglades sono conosciute per la straordinaria fauna selvatica che ospitano: parliamo di più di 360 specie di uccelli che si possono trovare solamente nel Parco Nazionale delle Everglades, ma anche specie in pericolo come la pantera della Florida (che conta ormai meno di 100 individui), il lamantino e il delfino tursiope. Infine, si contano ben 27 diversi tipi di serpenti. Ma l’attrazione principale del parco restano sicuramente i celebri alligatori americani.

Cosa vedere e cosa fare alle Everglades

Visitare le Everglades significa dunque esplorare una delle riserve naturali più importanti degli Stati Uniti. Le cose da vedere nel parco sono tante: da una tappa all’Ernest Coe Visitor Center, dove i ranger introducono i visitatori all’esplorazione del parco, al punto di osservazione più alto, la Shark Valley Observation Tower, ai diversi sentieri guidati (come l’Anhinga Trail) che attraversano i diversi ecosistemi della riserva.

Le attività nel Parco Nazionale delle Everglades vanno dal bird watching all’escursionismo (a piedi o in bicicletta), dalla pesca sportiva a kayaking e canoeing, dal camping alle famosissime escursioni in air boat immortalate in tanti celebri film.

Escursione alle Everglades? Ecco le info utili per visitare il parco

L’Everglades National Park si trova a circa 70 km da Miami ed è aperto alle visite 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno. L’ingresso principale si trova a Homestead, ma esistono ingressi nei pressi della Shark Valley e sulla Gulf Coast, che è il più vicino a Everglades City.

Per l’ingresso nel parco (valido per 7 giorni consecutivi) esiste una tassa di ammissione di 25 dollari per le auto e di 20 dollari per le moto, mentre a piedi o in bicicletta l’entrata costa 8 dollari. Naturalmente, all’interno del parco le diverse attività organizzate sono a pagamento.

Il periodo migliore per visitare le Everglades è senza subbio la stagione secca che dura da novembre a marzo. In questo periodo il clima è più caldo, meno umido e le precipitazioni sono più rare, ma soprattutto è quello ideale per gli avvistamenti degli animali. Nella stagione umida da aprile a novembre, il clima è più piovoso, l’umidità più intensa e molte escursioni e attività sono temporaneamente sospese dai rangers.

Ora che conoscete un po’ meglio le Everglades e come organizzare una visita in questo meraviglioso parco, non vi resta che prenotare subito uno dei voli per Miami di Air Italy.