Onanì, la tappa dell’Autunno in Barbagia 2015 dove le tradizioni rimangono vivissime

L’Autunno in Barbagia 2015, la manifestazione che porta i partecipanti alla scoperta dei luoghi dell’entroterra sardo, il 10 e 11 ottobre fermerà a Onanì, il piccolissimo comune della provincia di Nuoro sito a metà strada tra Bitti e Lula, altre due città tappe della manifestazione.

Poco meno di 400 abitanti, che mantengono vive le antiche tradizioni, che sembrano quasi aver fatto fermare il tempo in quelle zone: folklore, musica, cibo e antiche usanze che è possibile rivivere nei giorni in cui l’Autunno in Barbagia 2015 farà aprire le storiche cortes del posto.

La pastorizia rappresenta la principale fonte di reddito della popolazione, e a dimostrazione di ciò vi sono le enormi estese dedicate al pascolo, vicino alle quali è possibile vedere i sos cuiles, i tradizionali rifugi dei pastori. Ma Onanì offre panorami diversi e tutti affascinanti, con verdeggianti colline affiancate alle valli formate dai principali corsi d’acqua, ovverosia Riu Mannu, Riu Masicare, Riu Laerru.

Ma basta camminare a Onanì e nei suoi dintorni per meravigliarsi e rendersi conto di come sembri che il tempo sembra che qui non sia mai passato, con i siti archeologici e le chiesette campestri.

L’Autunno in Barbagia 2015 e la visita a Onanì sono l’occasione perfetta per riscoprire tutti quei luoghi fuori dai circuiti turistici di massa sardi ma non per questo meno affascinanti: non vi resta che prenotare il vostro volo per la Sardegna con Air Italy a prezzi vantaggiosi.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/fza_1970/