Autunno in Barbagia 2015, la natura e le tradizioni di Oliena

L’Autunno in Barbagia 2015 dedica il fine settimana dell’11, 12 e 13 settembre al paese di Oliena: la celebre rassegna di manifestazioni che porta i turisti e non alla scoperta dei luoghi della Sardegna lontani dagli itinerari “di massa”, ha scelto come seconda tappa per l’edizione di quest’anno il paese alle pendici del Monte Corrasi, che vanta la cima più alta del complesso del Supramonte.

Oliena è un comune della provincia di Nuoro, molto celebre per la produzione del vino DOC Cannonau di Sardegna Nepente e per il suo artigianato, tra i cui prodotti più famosi spiccano le cassepanche intagliate per la conservazione del pane carasau.

Una full immersion in un paese dal contesto naturalistico stupefacente, tanto da essere punto di partenza di numerosi itinerari di trekking: fitti boschi di lecci, ginepri, tassi e aceri, abitati da centinaia di specie botaniche, la cui maggior parte endemiche. Da ammirare in particolar modo la Valle di Lanaitto che ospita il corso del Rio Sa Ohe, uno dei torrenti che nel corso dei secoli hanno portato alla formazione di spettacolari fenomeni carsici, le grotte di Sa Oche, Su Bentu e Corbeddu, e la sorgente carsica di Su Gologone, la più importante in Italia.

L’Autunno in Barbagia 2015 porterà i visitatori alla scoperta di Oliena delle sue tradizioni fatte di tipici prodotti enogastronomici, artigianato  e folclore più vivo che mai con musiche e balli tradizionali che da secoli animano le strade del paese. Un’ottima occasione per visitare parti della regione che difficilmente vengono viste durante un viaggio.

Non resta che prenotare il proprio volo per la Sardegna a prezzi vantaggiosi con Air Italy.

 

Il programma per l’Autunno in Barbagia a Oliena (11-12-13 settembre)

11 settembre:

  • 16.00: Apertura delle Cortes, con degustazione di prodotti e vini tipici e dimostrazione dei antichi processi di preparazioni, con le massaie che preparano dolci e sfornano il pane, l’uva che viene pigiata dalle antiche presse e i pastori che fanno il formaggio.
  • 17.00: Nella sala conferenze della Biblioteca Comunale, in via Vittorio Emanuele 72, si tiene il convegno “Simobologia dei gioielli sardi ed evoluzione della filigrana”.
  • 19.30: Inaugurazione della mostra “TesOro: preziose filigrane” al Museo del Ricamo in Piazza Berlinguer.
  • 20.30: Viene inscenato lo spettacolo “E come portarti via, si rimane
  • 22.30: Inizia la Serenada Pro Sos Isposos

12 settembre:

  • 10.00: Riapertura delle Cortes
  • 11.00: Rappresentazione dell’”Antico matrimonio Olianese” presso la chiesa San Lussorio.
  • 20.30: Via alle danze a Piazza Berlinguer con la “Serata Musicale” a cura di Dilliriana di S. Fadda.

13 settembre:

  • 10.00: Riapertura delle Cortes.
  • 11.00: Alla Biblioteca Comunale il reading di “Filigranando Parole d’oro… Perché le Parole sono importanti” a cura di Lalla Careddu.
  • 17.00: Ricominciano le danze a Piazza Berlinguer con la musica del gruppo folk Battos Moros.

 

Fonte immagine: flickr.com/photos/andreamorittu