A Olbia, maggio è dedicato alla Festa di san Simplicio: 6 cose da non perdere

Spiritualità, musica, danze, folclore, gusti e colori: il maggio di Olbia è un’ammaliante alchimia chiamata Festa di san Simplicio. Più di una settimana di celebrazioni dedicate al santo patrono della città che animano il cuore della Gallura, riportando in vita antiche e nuove tradizioni.

Se è vero che il momento più importante della Festa di san Simplicio è il 15 maggio, è anche vero che l’evento principale è al centro di un calendario d’iniziative che copre gran parte del mese.

Accanto ai momenti più alti, devoti al santo, come: la processione di san Simplicio, la solenne messa pontificale e i canti liturgici, la festa più sentita dagli abitanti di Olbia accompagna eventi profani e di grande richiamo come: la Sagra delle cozze, il Palio della provincia di Olbia-Tempio, i concerti di musica tradizionale e gli spettacoli dei gruppi folcloristici provenienti da tutta la regione.

Le cose da non perdere a Olbia in occasione della Festa di san Simplicio

  1. La basilica di San Simplicio – La basilica di Olbia è stata eretta agli inizi del XII secolo e probabilmente poggia le sue fondamenta sui resti di un luogo di culto paleocristiano. Nel 1614, all’interno della chiesa, furono rinvenuti i resti dei corpi di alcuni presunti martiri santificati, tra cui proprio san Simplicio. La basilica è uno degli esempi più rilevanti di romanico in Sardegna.
  2. La processione – Il 15 maggio è il momento più importante della festa: le vie della città vengono invase da fedeli per la solenne processione in onore del santo patrono di Olbia. A precedere e seguire l’evento, i gruppi folcloristici danno un assaggio dei costumi, delle musiche, dei canti e dei balli che caratterizzano la tradizione della Sardegna.
  3. La Sagra delle cozze – la Festa di san Simplicio non è fatta solo di tradizione e spiritualità, ma anche di gusto. Per i golosi di questo frutto di mare, l’appuntamento è imperdibile: le migliori cozze della Sardegna qui sono servite alla marinara e gratinate.
  4. Il Palio della Stella – Il lungomare per la Festa di san Simplicio si trasforma in una lunga pista sabbiosa per il palio di Olbia al quale assiste una grande folla. Abili cavalieri in sella ai cavalli al galoppo, benedetti dal vescovo della diocesi, si sfidano a colpire un piccolo bersaglio (la stella) con uno spadino.
  5. Fuochi d’artificio – La tradizione vuole che la notte della festa sia illuminata dagli affascinanti e coloratissime esplosioni pirotecniche.
  6. Le gare di poesia in Limba – Se volete immergervi nella cultura spontanea della Sardegna, le gare di poesia e di canto sono l’occasione imperdibile per ascoltare i suoni antichi della lingua sarda.

Per rimanere aggiornati sul calendario della festa si può fare riferimento al sito del Comitato Festeggiamenti San Simplicio. Per raggiungere Olbia in occasione dell’evento, invece, scegliete i voli Air Italy.

 

Fonte immagine: wikimedia.org