Nuraghe di Arrubiu: il gigante rosso

Splendido gioiello del patrimonio archeologico sardo è il sito di Orroli, in provincia di Cagliari, che ospita le nuraghe di Arrubiu. Il complesso sorge sull’altopiano basaltico di Pranemuru, nella zona denominata Su Pranù, ed è perfettamente inserito nella macchia mediterranea che la circonda.

Le Nuraghe di Arrubiu derivano il loro nome dalla caratteristica colorazione che le sue pietre assumono, tanto da assicurarle il soprannome di “Gigante Rosso” di Orroli. Si tratta di uno dei monumenti megalitici più importanti della Sardegna, nonché l’unico dell’isola a bastione pentalobato: la struttura presenta infatti un corpo centrale, il mastio, circondato da ben 5 torri integrate da un bastione con mura molto spesse.

Realizzato tra il XIII e il XI secolo a.C., il sito presenta ben visibili i resti di una seconda e terza cinta muraria esterna, che nel complesso costituivano una fortezza di ben 3000 mq. Nonostante le attività di scavo finalizzate al ritrovamento di reperti, gran parte del sito non è stato ancora riportato alla luce.

Le nuraghe di Arrabiu si raggiungono da Cagliari e Sassari dirigendosi verso il centro di Barumini e poi verso i comuni di Nurri e Orroli. Il sito archeologico è visitabile tutti i giorni ad un costo di soli 4€. Parti per la Sardegna con Air Italy e ammira da vicino il fascino del “Gigante Rosso”.

 

 

Fonte immagine: flickr.com/photos/antonf62