Itinerari per il Giubileo 2015: visitare i luoghi sacri della via Appia antica

Roma si prepara ad accogliere centinaia di migliaia di turisti in occasione del Giubileo 2015, la cui data di apertura è fissata per il prossimo 8 dicembre. Pellegrini provenienti da tutto il mondo si recheranno nella città eterna in occasione dell’Anno Santo della Misericordia, ammirando le meraviglie, sacre o meno, che Roma ha da offrire ai suoi visitatori.

Ecco un itinerario da seguire in occasione del Giubileo 2015, quello che vi porta alla scoperta dei luoghi sacri della via Appia antica, la strada che, in periodo romano, collegava la Capitale a Brindisi, così importante da possedere il soprannome “regina viarum”.

L’itinerario parte dalla fermata metro della linea B Circo Massimo, dalla quale si arriva in pochi minuti nel viale delle Terme di Caracalla. Proseguendo lungo il viale si arriva alla Basilica di San Sito Vecchio: costruita da Papa Anastasio I intorno al quarto secolo d.C., conserva dei celebri dipinti e le reliquie di Papa Sisto II.

Tornando sul viale si supera la Porta Appia (o Porta San Sebastiano), che conduce al Parco degli Scipioni, dal quale si arriva alla via Appia Antica. E il primo luogo da visitare è la chiesa di Domine Quo Vadis: la leggenda narra che questo edificio fu eretto sul luogo in cui Cristo incontrò Pietro quando fuggì da Roma per evitare il martirio. “Domine, quo vadis?”, gli disse Pietro alla sua vista.

Mentre percorrete la via immersi nello splendido parco dell’Appia Antica, si arriva alle Catacombe di San Callisto, il santo che si occupò, per volere del Papa, dell’amministrazione del cimitero. È uno dei complessi archeologici più importanti e grandi di Roma: ha un’estensione di oltre 15 ettari , con un percorso di gallerie che possono raggiungere i 20 metri di profondità. Sono 16 i pontefici le cui reliquie vengono conservate qui. Catacombe che recentemente, a poco tempo dall’inizio del Giubileo 2015, hanno regalato una nuova piccola perla di storia: una pittura che illustra la figura mitologica di Orfeo con la lira, circondato da mostri marini, uccelli e fiori, che rappresentano l’intera creazione.

Dopo il tour delle Catacombe di San Callisto, si prosegue sull’Appia Antica sino ad arrivare alle Catacombe di San Sebastiano, nei cui sotterranei, intorno al terzo secolo d.C., fu costruita la cripta che accoglie i resti dei martiri Sebastiano ed Eutichio.

L’itinerario alla scoperta dei luoghi sacri di via Appia Antica è quasi al termine, manca solo l’ultima tappa, ovverosia il Circo di Massenzio: fu costruito nel 311 sotto commissione dell’imperatore Massenzio, e nonostante oggi sia in rovina, probabilmente non è mai stato usato.

Il percorso finisce qui, ma c’è ancora tantissimo da vedere a Roma, che nel periodo del Giubileo 2015 si colorerà di gioia e speranza, accogliendo fedeli e non da tutto il mondo. Insomma, un’ottima occasione per visitare e rivisitare la capitale: prenotate il  vostro biglietto aereo per Roma a prezzi vantaggiosi con Air Italy.

 

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/atilla2008