Gli 8 imperdibili festival da vedere in Thailandia

I festival in Thailandia sono al centro della vita, vuoi perché riflettono l’appartenenza etnica o religiosa o perché celebrano un anniversario storico, vuoi perché i tailandesi amano divertirsi e socializzare. In tutto il Paese si ripetono ogni anno appuntamenti interessati che regalano un’esperienza piacevole e che vale la pena seguire. Ecco allora un elenco dei festival più belli e bizzarri della Tailandia.

  1. Yi Peng o Loi Krathong (Festival delle Lanterne) – Si celebra ogni anno a novembre a Chiang Mai ed è davvero suggestivo. Sulle rive del fiume Peng, migliaia di lanterne di carta vengono liberate nel cielo, offrendo davvero uno spettacolo incantevole e una grande opportunità per scattare bellissime foto. In più, ci sono sfilate, cerimonie religiose, fuochi d’artificio e barche di carta nel fiume.
  2. Songkran (Festival dell’acqua) – Tra il 13 e il 15 aprile in tutto il Paese si celebra uno dei festival più bizzarri e divertenti a cui potrete partecipare in Thailandia. L’occasione è il capodanno del calendario lunisolare buddhista, che si celebra in strada festeggiando a suon di gavettoni e secchiate d’acqua. La festa nasce però dall’usanza di purificare le immagini di Buddha nei templi bagnandole con acqua.
  3. Phi Ta Khon (Festival dei fantasmi) – Si celebra a Dan Sai, nella provincia di Loei, ed è famoso per essere una sorta di carnevale in cui i locali indossano maschere colorate e costumi sgargianti, che simboleggiano i fantasmi. L’origine del festival è un misto di credenze animiste e buddiste: secondo la leggenda, la prima volta che la festa fu celebrata fu così divertente che da allora anche i morti vollero parteciparvi.
  4. Lopburi Monkey Festival – Sempre a novembre, nella città di Lopburi (150 km a nord di Bangkok) si celebra il festival delle scimmie. La città è conosciuta proprio per le oltre 3.000 scimmie che vivono soprattutto nei pressi delle rovine della città khmer. Nei giorni del festival, per propiziare la buona sorte, si organizza un vero e proprio banchetto per gli animali a base di frutta, verdura e altre prelibatezze.
  5. Capodanno cinese di Bangkok – A gennaio o febbraio, nel quartiere di Yaowaraj a Bangkok si celebra il capodanno cinese, una delle celebrazioni più divertenti del paese. I vicoli stretti e affollati della Chinatown tailandese prendono vita con una folla festante che esplode petardi, ballerini che eseguono la danza del drago e sontuosi banchetti. Il luogo migliore per assistere al festival a Bangkok è Wat Mangkon Kamalawat presso Charoen Krung Street, all’estremità settentrionale di Chinatown.
  6. Boon Bang Fai (Rocket Festival) – Con l’inizio della stagione della semina (giugno o luglio) nelle comunità agricole di Issan (Tailandia nord-orientale) si celebra il Festival dei razzi, veri e propri missili artigianali preparati dai locali e sparati per tutto il weekend per incoraggiare gli dei a inviare piogge abbondanti per favorire le preziose colture di riso.
  7. Ubon Ratchathani (Festival delle candele) – Questo grande festival si organizza in una delle città più grandi della provincia di Issan è un bel mix di arte, cultura e tradizione. Enormi sculture di cera sono realizzate da gruppi internazionali di artisti. Le opere di cera sono fatte sfilare su carri allegorici, accompagnate da ballerini e musica popolare tradizionale.
  8. Festival vegetariano di Phuket – Nonostante il nome, il festival vegetariano di Phuket (che si celebra ogni anno ad ottobre) è famoso in tutto il mondo per le pratiche cruente a cui i locali si sottopongono in omaggio al dio guerriero: dall’usanza di camminare sui tizzoni ardenti a quella di perforare la pelle con anelli e spilli. Non adatto ai più sensibili, è però un evento molto sentito dai locali e celebrato con grandi cerimonie e banchetti vegetariani.

Concludiamo qui il nostro elenco dei festival più belli della Thailandia: preparatevi a scoprire da vicino tutte le meraviglie del Paese prenotando uno dei voli in offerta per Bangkok di Air Italy.