Cosa vedere a Cefalù in un’escursione da Palermo

Dal centro storico alle bellissime spiagge, a Cefalù ci sono davvero tante cose da vedere che lasciano i viaggiatori a bocca aperta e un po’ sospesi tra questi luoghi pittoreschi e tranquilli che profumano di mare. Ecco perché questa bella località alle porte di Palermo è una delle mete più gettonate della Sicilia.

Il nostro viaggio comincia da qui.

Come arrivare a Cefalù

Una volta atterrati a Palermo e perlustrata la città in lungo e in largo, vale la pena spingersi alla ricerca di nuove bellezze a Cefalù. Ma come raggiungerla?

  • In auto – Cefalù è collegata con Palermo e con Messina tramite la strada A20. In base alla direzione da cui si proviene imboccare l’uscita Cefalù. Il viaggio da Palermo dura circa 1 ora in macchina.
  • In treno – Se si desidera fare una gita fuoriporta nei dintorni di Palermo, questo è il mezzo giusto per raggiungere Cefalù. La stazione di Cefalù è in pieno centro e basterà camminare per pochi minuti per ritrovarsi nel vivo del paesino. Il viaggio dura meno di 1 ora e il costo del biglietto si aggira attorno ai 5 euro.

Cosa visitare a Cefalù

  1. Duomo di Cefalù – Una chiesa in stile romanico del 1.100 d.C , fatta costruire per volere di Ruggero II, come segno di ringraziamento al cielo per essere riuscito a salvarsi da una tempesta. Ruggero II sbarcò proprio a Cefalù ed è qui che decise di costruire la chiesa, dedicandola a San Salvatore. L’interno è maestoso e caratterizzato dalla presenza di un colonnato di granito i cui capitelli hanno origini molto antiche e sono stati riutilizzati nella costruzione. Tra le altre particolarità della chiesa ci sono i dipinti sul soffitto di legno.
  2. Il tempio di Diana – Si tratta di un edificio risalente al IX secolo a.C costruito nello stile megalitico dell’epoca che fu successivamente trasformato in chiesa bizantina. Poco distante da qui c’è una cisterna per la raccolta dell’acqua dove sono stati ritrovati oggetti appartenenti alla civiltà dell’età del Bronzo.
  3. Le rovine del Castello – Tra le cose da vedere a Cefalù, durante un’escursione nei dintorni di Palermo, non può mancare una passeggiata verso la Rocca. È qui che si trovano i resti di un castello, con possibile funzione difensiva, che fu oggetto di contesa tra Federico II e il vescovo della città, Arduino; fu però la chiesa che alla fine si accaparrò l’edificio.
  4. La chiesa del Purgatorio – Si tratta di una chiesetta pittoresca situata su Corso Ruggero, nel centro di Cefalù. È conosciuta anche come chiesa di Santo Stefano perché in passato proprio in questo punto si trovava la chiesa di Santo Stefano e la cappella di Santa Margherita. La particolarità dell’edificio è data dalla scalinata antistante l’ingresso, che presenta due rampe decorate in stile barocco.
  5. Le spiagge – Il tratto di costa che lambisce questa pittoresca località alcune delle più belle spiagge siciliane: dal Lido di Cefalù alla spiaggia di Mazzaforno, da quella di Caldura a quella di Capo Playa, avete solo l’imbarazzo della scelta tra tutte quelle del litorale di Cefalù.

Continuate a seguire i nostri consigli di viaggio per non perdere nessuna delle meraviglie da vedere in Sicilia e per il vostro prossimo viaggio, non indugiate ancora: scegliete le migliori offerte sui voli per Palermo di Air Italy.