Ayutthaya: cosa vedere nell’antica capitale del Siam

Un’escursione ad Ayutthaya da Bangkok è davvero un’occasione da non perdere per esplorare una delle aree archeologiche più affascinanti del mondo, oggi Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Con le sue rovine perfettamente conservate, l’antica capitale del Siam è un luogo magico e ricco di storia a pochi km dal centro di Bangkok. Ecco tutto quello che c’è da sapere per organizzare una visita al parco storico di Ayutthaya.

Storia e curiosità

Ayutthaya fu capitale dell’antico regno del Siam dal 1351 al 1767. Prima di essere distrutta dai Birmani, la città – una delle più belle, ricche e prosperose di tutta l’Asia – riuniva in un unico regno i territori di Thailandia, Laos, Cambogia nonché parte della Birmania e della Malesia, tanto da essere paragonata a Parigi dai missionari francesi che la visitarono nel ‘600. Oggi dell’antico splendore della città – che nel suo massimo splendore accoglieva oltre un milione di abitanti – restano le imponenti rovine dei templi, dei palazzi e dei monumenti che testimoniano ancora la grandezza e la bellezza della città.

Ayutthaya: cosa vedere in un giorno

  • Wat Phra Sri Sanphet – Questo tempio è il più importante della città, un tempo cappella reale e composto da 3 grandi stupa.
  • Testa del Buddha – Tra le rovine più interessanti della città c’è sicuramente la testa del Buddha inglobata tra le radici degli alberi nei pressi del tempio di Wat Phra Mahatat.
  • Wat Phanan Choeng – Un tempio da non perdere perché custodisce una delle più grandi e antiche statue del Buddha esistenti, di dimensioni addirittura superiori a quello del Wat Pho di Bangkok.
  • Wat Chaiwatthanaram – Il tempio più grande e imponente di Ayutthaya e uno dei più bei templi di tutta la Thailandia. Si trova sull’altra sponda del fiume Chao Phraya.

Ayutthaya: come arrivare da Bangkok

Per raggiungere Ayutthaya da Bangkok – che dista soli 85 km – è possibile utilizzare diverse soluzioni:

  • in treno dalla stazione Hua Lamphong: il viaggio dura circa 2 ore e costa appena 2 euro;
  • in autobus con partenza dalla stazione di MoChit (Kamphaeng Phet 2 Rd), da cui si effettuano partenze ogni 30 minuti;
  • in automobile con un viaggio di 1 ora e mezza circa prendendo l’Autostrada 304 e poi seguendo la deviazione per Ayutthaya.

Una volta arrivati, potete decidere di esplorare il parco storico di Ayutthaya a piedi, partecipare ad un tour guidato o noleggiare una bicicletta o un tuc tuc.

Quando andare e come vestirsi

Il periodo migliore per organizzare un’escursione ad Ayutthaya da Bangkok è sicuramente quello invernale, tra ottobre e marzo, quando le temperature sono più miti e la stagione è più secca. Per esplorare la città scegliete un abbigliamento leggero e comodo: qui ulteriori informazioni utili.

Se la meta del vostro prossimo viaggio è la Thailandia, non perdete altro tempo e cercate subito la migliore offerta sui voli per Bangkok di Air Italy.