Tiana: il “paese dei fiumi” accoglie Autunno in Barbagia 2014

Una delle sue grandi particolarità è di sorgere vicino al punto dove il torrente Tino si incontra con il rio Torrei. Paese che si trova immerso in una rigogliosa macchia mediterraneo. Questo il panorama che è possibile ammirare da Tiana, dove farà tappa Autunno in Barbagia 2014 nei giorni  14-15-16 novembre.

I due fiumi rappresentano un’importante risorsa economica per Tiana. Tanto che il paese era celebre, fino dalla prima metà de Novecento, per il grande numero di mulini e gualchiere che punteggiavano il paesaggio. Una tradizione ricordata nel Museo di archeologia industriale “Le vie dell’acqua”, in località Gusagu, da vedere durante una visita in occasione di Autunno in Barbagia.

Un luogo talmente ricco d’acqua non poteva che essere circondato da una natura verdeggiante. Come è dimostrato da orti, frutteti, e incantevoli boschetti di roverelle, lecci, castagni, sughere, noccioli. Boschetti attraversati da sentieri che faranno la gioia di qualsiasi appassionato di escursioni nella natura.

Se il paesaggio offre il meglio di sé, la mano dell’uomo ha saputo creare ambienti che parlano di antiche tradizioni: i “corzos” (stanze a ponte costruite sopra le strade e che collegavano due abitazioni), l’ultima Gualchiera delle diciotto attive a Tiana nell’Ottocento, un mulino ad acqua perfettamente conservato, la chiesetta campestre di San Leone Magno.

E poi ovviamente ci saranno loro, le vere protagoniste di Autunno in Barbagia. Quelle Cortes Apertas che in quest’occasione mostreranno ai visitatori il loro prezioso tesoro fatto di antichi mestieri, tradizioni ancora più antiche, prodotti tipici legati a filo doppio al territorio.

Non resta che augurarvi buon viaggio in Sardegna con Air Italy, per scoprire la bellezza di una località come Tiana che durante Autunno in Barbagia 2014 sarà lieta di accogliere i suoi tanti visitatori.

 

Fonte immagine: it.wikipedia.org