Atzara: Autunno in Barbagia 2014 nella cornice di antichi nuraghi

Sarà come fare un viaggio in un autentico, grande giardino nel cuore della Sardegna. Un giardino disseminato di antiche testimonianze che raccontano la storia della civiltà nuragica. E l’occasione giusta per visitare un luogo del genere è Autunno in Barbagia 2014, che nei giorni 21-22-23 novembre farà tappa ad Atzara.

Un centro abitato famoso già nell’Ottocento per i suoi rinomati vini. Bovale sardo, Monica e alcune tipologie di Cannonau sono le varietà d’uva maggiormente coltivate. Il fiore all’occhiello della produzione vinicola di Atzara è il Mandrolisai. Vino dalle qualità uniche, conferite dalle caratteristiche altrettanto uniche della terra e del clima.

Come già detto Atzara sorge in un autentico giardino nel cuore della Sardegna. Questo centro abitato è circondato da campi coltivati e alberi da frutto, di castagno, noccioli e noci, di rigogliosa macchia mediterranea, di ruscelli e fonti. Una natura abitata da anatre selvatiche, aironi cenerini, cinghiali, volpi, donnole, lepri. C’è tutto l’occorrente per concedersi delle piacevoli passeggiati.

Piacevole sarà anche la visita al centro storico di Atzara. Un intrico di vicoli dove perdersi, e dove è possibile fare un tuffo nel passato: case d’epoca medievale, realizzate in granito e trachite; piazzette che si aprono all’improvviso, dopo una svolta; chiesette anch’esse antiche che si affacciano sulle piazze.

Per immergersi in una storia ancora più antica ci si può concedere delle escursioni nei dintorni di Atzara. Dove si trovano numerosi nuraghi, tombe dei giganti, e domus de janas.

E poi ci saranno loro, le Corte Apertas, le vere protagoniste di Autunno in Barbagia 2014. I cortili di Atzara riveleranno a tutti i visitatori un tesoro fatto di antichi mestieri e prodotti tipici.

Atzara vi aspetta in occasione di Autunno in Barbagia 2014. E Air Italy vi augura buon viaggio e buon divertimento con i suoi voli per la Sardegna.

 

Fonte immagine: wikimedia.org