Autunno in Barbagia 2015 fa tappa nella splendida Teti

La manifestazione culturale di Autunno in Barbagia 2015 fa tappa il 28 e 29 novembre nella piccola cittadina di Teti. Un piccolo centro che fa capolino tra le aspre montagne e la lussureggiante vegetazione dove l’occhio si perde lungo linee sinuose che disegnano un paesaggio unico, tra sorgenti d’acqua, boschi e animali selvatici.

La città di Teti

Questo antico paese è testimonianza dell’antica civiltà nuragica, affonda la sua storia in un periodo datato 5.000 anni a.C. e porta il segno delle dominazioni che con gli anni si sono succedute, come quella spagnola e quella della famiglia dei Savoia.

Il nome Teti, deriverebbe da una pianta detta “titione”, molto diffusa nella zona e cibo preferito della fauna locale.

Partecipare all’autunno in Barbagia 2015, in questo gioiellino dell’entroterra sardo, vi darà la possibilità di ammirare la bellezza del lago Cuchinadorza e di godere di un panorama unico nel suo genere oppure la possibilità di visitare la Chiesa di Santa Maria della Neve.

Programma autunno in Barbagia 2015 a Teti

Entrando nel vivo della manifestazione, avrete modo di tuffarvi nella tipicità della Barbagia, in un crogiolo di sapori, profumi, tradizioni culturali del luogo.

Si potrà assistere, per cominciare,  all’inaugurazione delle cortes: antichi artigiani apriranno per l’occasione del 28/29 novembre le loro botteghe, con la possibilità di riscoprire antiche attività del passato, di partecipare alle degustazioni di prodotti caserecci e di assaporare tutte le eccellenze gastronomiche del territorio.

Questo itinerario strettamente legato alle tradizioni culinarie, verrà affiancato da un intrattenimento musicale, in un susseguirsi di danze e canti tipici di Teti e da incontri interattivi legati al variopinto mondo dell’artigianato: laboratori di ogni tipo, dal cucito alla lavorazione del sughero, dalla creazione di cestini alla progettazione di oggetti in terracotta e ceramica.

L’autunno in Barbagia 2015, nella città di Teti non è solo tradizione ma è il rinnovamento di un legame forte con il territorio e la possibilità di portare alla luce le eccellenti risorse di un piccolo borgo nel centro della Sardegna.

Consulta tutti gli altri appuntamenti della manifestazione sarda più importante dell’anno e crea il tuo itinerario personalizzato.