Itinerari di trekking a Creta

Un viaggio a Creta non offre solo svago e relax al mare. Per gli amanti della natura e delle attività outdoor, l’interno dell’isola della Grecia presenta molte attrazioni e occasioni di trekking.

Tra i percorsi escursionistici nella natura più famosi di Creta, c’è senz’altro da annoverare le gole di Samariá. Nella parte ovest dell’isola, nel Parco Nazionale di Samariá, le gole portano da un’altitudine di 1.250 metri slm, fino ad Aghia Rumeli, sulla costa che si affaccia sul Mar Libico. 16 chilometri tra le pareti anguste delle Montagne Bianche di Creta. L’accesso al Parco Nazionale è a pagamento.

Il fatto di essere il più famoso percorso di trekking di Creta fa, delle gole di Samariá, anche il sentiero più affollato dell’isola delle Grecia (soprattutto in alta stagione).

Per gli amanti delle escursioni più solitarie, ecco una meta dal nome suggestivo Kilada tou Nekron, ovvero: la valle dei Morti. Qui, in epoca minoica, le pareti delle montagne venivano utilizzate come necropoli. Gli 8 chilometri di marcia su un sentiero che collega Zakros a Kato Zakros. In alcuni periodi dell’anno, la valle dei Morti è soggetta a inondazioni. Per tale motivo, prima di avventurarsi in questo trekking, sarà bene informarsi sulle condizioni della valle.

Per i veri esperti di trekking possono affrontare le gole di Aradena. Nell’area sud-occidentale di Creta, l’escursione di queste gole chiuse tra ripide pareti di roccia richiederà 4 ore di cammino per percorrere i 10 chilometri che portano da Loutro al villaggio di Aradena, sopra lo spettacolare ponte sospeso a 120 metri d’altezza. Il percorso non prevede occasioni di rifornimento d’acqua.

Dopo aver preso nota del percorso più congeniale alla vostra preparazione atletica, non mancate di valutare le migliori offerte di voli Air Italy per Creta.

 

Fonte immagine: flickr.com/photos/miguelvirkkunen/